Ruffini, dare voce a chi non la ha

Prefetto a stampa Chiesa africana, 'rivelare la corruzione'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 9 SET - "Possa questa Conferenza incoraggiarvi e sollecitarvi, sulla base delle vostre tradizioni e cultura, così come dell'antica saggezza africana, ad affrontare e superare gli squilibri strutturali che creano e alimentano l'impoverimento di questo splendido continente, non solo a livello materiale, ma anche antropologicamente e spiritualmente". E' l'auspicio contenuto nel messaggio che il prefetto del Dicastero per la comunicazione vaticana, Paolo Ruffini, ha inviato alla Conferenza 2018 dell'Unione della Stampa cattolica africana. Per troppi anni, si legge nella missiva, "l'idea di sviluppo è stata ridotta alla semplice crescita economica". Fortunatamente oggi "la nozione comprende tutte le dimensioni dell'essere umano". Paolo Ruffini auspica, infine, una sempre più proficua collaborazione tra le varie realtà della comunicazione cattolica. "Non possiamo mai insistere abbastanza", conclude, assicurando la completa disponibilità del Dicastero per la comunicazione, "sulla necessità di collaborazione tra i professionisti della comunicazione cattolica" "per dare voce a chi non ha voce, rivelare la corruzione e denunciare le strutture del male".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: