Ratzinger: Gaenswein, non si è mai pentito di essersi dimesso

Documentario radio-tv bavarese su vita Papa emerito in Vaticano

    Il Papa emerito Benedetto XVI non si è mai pentito delle sue dimissioni, che risalgono ormai a quasi sette anni fa. Lo afferma il suo segretario particolare e prefetto della Casa pontificia, monsignor Georg Gaenswein, in un documentario di 29 minuti realizzato dal giornalista Tassilo Forchheimer, in tedesco, per la Bayerischer Rundfunk (Br). "Le dimissioni sono state una decisione lunga, ben pregata e sofferta, di cui non si è mai pentito. Il Papa è completamente in pace con se stesso", dice Gaenswein.

    Il documentario dell'emittente radiotelevisiva pubblica locale del Land della Baviera, affiliata alla Ard e con sede a Monaco di Baviera, racconta la vita quotidiana di Benedetto XVI nell'ex monastero Mater Ecclesiae, in Vaticano, circondato da libri e da ricordi della Baviera. Il Papa emerito, che ormai parla poco, dice di dedicare tuttora molto tempo alla lettura. E a chi gli chiede sul suo stato di salute risponde di essere "un vecchio alla fine del suo viaggio".

    A quasi 93 anni di età - li compirà il prossimo 16 aprile - Joseph Ratzinger commenta nel documentario alcuni aspetti della sua vita quotidiana nel Mater Ecclesiae. Il Pontefice emerito confessa di seguire nel suo ritiro una rigorosa routine. Sempre accompagnato da mons. Gaenswein, la sua voce è molto debole e ha grandi difficoltà a camminare. "Avevo una grande voce, ora non funziona più", si lamenta papa Ratzinger, al che l'arcivescovo Gaenswein osserva: "Benedetto è un uomo di 92 anni, con una mente chiara, ovviamente; ma che ha già perso abbastanza della sua forza fisica".

    La "pensione" di Benedetto è segnata da un rigido programma. Alle 7.30 ha il primo appuntamento nella cappella del piccolo monastero che occupa, dove celebra la messa con Gaenswein e le donne consacrate che si occupano della casa. La giornata la passa molto tempo in ufficio, circondato da libri che "sembrano una biblioteca", dice Forchheimer. "La vita del professore di teologia Joseph Ratzinger si riflette in migliaia di libri; dice che per lui tutte le fasi della sua vita sono contenute nei libri e si occupa di loro ogni giorno", rileva l'autore.

    Anche la Baviera è molto presente nella vita del Papa emerito. Molti oggetti e dipinti si riferiscono alla regione natale di Ratzinger. Un'immagine di Nostra Signora della Marienplatz a Monaco, un cuore di pan di zenzero, un disegno di Marktl am Inn - la cittadina natale - nella sala da pranzo sono alcuni dei dettagli che la radio-tv bavarese mette in luce. Inoltre, sebbene le sue cuoche siano italiane, conoscono anche i segreti della gastronomia tedesca. "Sono sempre molto vicino alla Baviera e affido sempre il nostro stato al Signore ogni notte", confessa il Papa emerito.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA