Padre Puglisi, raccontato dai familiari

In libro la sua storia ma anche le perplessità sulla sua fine

(di Anna Lisa Antonucci) (ANSA) - ROMA, 07 SET - Padre Puglisi, martire di mafia, per la prima volta raccontato dai familiari. E' questo il libro che esce per le edizioni San Paolo in occasione del venticinquesimo anniversario della drammatica morte del sacerdote, avvenuta il 15 settembre del 1993 e in previsione della visita di papa Francesco alla casa museo di don Pino Puglisi nel quartiere Brancaccio di Palermo. L'autore Fulvio Scaglione, giornalista, scrittore e vice-direttore di Famiglia Cristiana dal 2000 al 2016, con l'aiuto dei fratelli del sacerdote ha voluto raccontare la storia di un uomo mite ma deciso, affezionato alla sua gente, mai disponibile a deviare dalla strada del Vangelo, proclamato beato da papa Francesco. Si parte dalla giovinezza, dalla vocazione, dall'impegno con i ragazzi ma si racconta anche del rapporto con la madre e i fratelli, della delicata funzione di supporto ai nipoti, della partecipazione alle cause sociali, dei i primi scontri con la violenza e le faide. E ancora, del rapporto dialettico con le istituzioni, per arrivare alla fondazione del Centro di Accoglienza Padre Nostro e alla fine violenta. "Il libro - spiega nella prefazione Corrado Lorefice Arcivescovo Metropolita di Palermo - racconta i vissuti e le relazioni che segnano indelebilmente la vita, il carattere, le idee, i valori di riferimento di don Puglisi. I profumi, le sensazioni, le gioie, le attese, le prove, che hanno segnato non solo la vita di don Pino ma anche quella della generazione successiva dei 'Puglisi'". "Don Pino - aggiunge Lorefice - era un punto di riferimento e il suo sguardo penetrante, la sua audace mitezza, la sua genuina gioia, la proverbiale sua disponibilità, hanno segnato anche 'quelli di casa'". Il racconto dei suoi anni di vita, conclude l'Arcivescovo, mette a nudo anche i sentimenti dei suoi parenti in particolare nei confronti di quanto si consumò davanti alla porta di casa, la casa paterna-materna di piazzale Anita Garibaldi. "Sentimenti autenticamente umani. Forti. Intensi. Brucianti. Schietti nel sollevare domande e perplessità, alle istituzioni civili ed ecclesiali, a noi lettori".
    Parte dei proventi della vendita del libro, che mostra foto inedite e documenti mai pubblicati, saranno destinati alla costruzione di un asilo nido a Brancaccio, ultimo sogno di don Giuseppe Puglisi.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: