Percorso:ANSA > Nuova Europa > Cultura e Società > Serbia: #RefugeesWelcome social café per richiedenti asilo

Serbia: #RefugeesWelcome social café per richiedenti asilo

Primo nel Paese, scopo è restituire dignità a 250 migranti

19 settembre, 12:58
(ANSA) - ROMA - Un social café è stato inaugurato nella Serbia centrale. E' provvisto di spazi per attività educative e ricreative per i migranti. Il 'Social Cafè #RefugeesWelcome' è stato aperto a Bogovadja, a 70 chilometri da Belgrado, è destinato ai richiedenti asilo in transito, ed è il frutto di una partnership tra Caritas Ambrosiana, Ipsia, Caritas Italiana e Caritas Valjevo, che dall'Ottobre del 2016 lavora con uno staff locale e internazionale per provvedere al supporto psicologico ed educativo, culturale e ricreativo di circa 250 ospiti. "Un luogo d'incontro che va oltre la risposta all'emergenza, il Social Café promuove le abilità e i talenti di ciascuno restituendo dignità alle persone", dice il direttore per l'Europa dell'Est della Caritas Ambrosiana, Sergio Malacrida. Il café offre corsi di computing e di lingue, supporto nella ricerca di lavoro e professional training per aiutare i richiedenti asilo allo scopo di una loro integrazione in Europa.

"Il Social Cafè è una risposta alle esigenze espresse dagli ospiti del centro", sottolinea il presidente di Ipsia-Acli, Mauro Montalbetti.

(One of the photos hung in the social cafe for asylum seekers in Serbia, Credit Caritas Ambrosiana)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati