Percorso:ANSA > Nuova Europa > Altre News > Kosovo: soddisfazione Paesi 'Quint' su Tribunale Uck

Kosovo: soddisfazione Paesi 'Quint' su Tribunale Uck

'Bene rinuncia Pristina a idea sua abolizione'

09 febbraio, 13:55
(ANSA) - PRISTINA - I rappresentanti in Kosovo di Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna, Germania e Italia - le principali potenze occidentali raggruppate nel cosiddetto 'Quint' - hanno salutato con soddisfazione la decisione della dirigenza di Pristina di rinunciare all'idea di abolire il Tribunale speciale per i crimini dell'Uck. In un comunicato diffuso congiuntamente dalle ambasciate dei cinque Paesi si invitano al tempo stesso i dirigenti kosovari a a "mantenere la propria parola e tutte le istituzioni del Kosovo a rispettare gli impegni assunti".

Lo scorso dicembre un gruppo di 43 deputati aveva annunciato una iniziativa diretta ad abrogare la legge sulla creazione del Tribunale speciale istituito dal parlamento di Pristina nel 2015. Con sede all'Aja, il Tribunale ha cominciato da poco la sua attività per giudicare i crimini compiuti dai militanti dell'Esercito di liberazione del Kosovo (Uck), la guerriglia indipendentista albanese che combatte' contro i serbi nel conflitto armato di fine anni novanta.

Dopo le minacce di pesanti conseguenze da parte di Usa, Ue e organizzazioni internazionali nel caso di abolizione del Tribunale, il presidente Hashim Thaci, il premier Ramush Haradinaj e il capo del parlamento Kadri Veselj si sono dissociati dall'iniziativa dei deputati, assicurando che il Tribunale speciale svolgera' regolarmente la sua attivita'.

A rischiare le imputazioni per crimini di guerra sono peraltro gli stessi Thaci, Haradinaj e Veselj, tutti in passato fra i leader dell'Uck. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati