Percorso:ANSA > Nuova Europa > Altre News > Moldova: Corte Costituzionale sospende poteri presidente

Moldova: Corte Costituzionale sospende poteri presidente

Per non sbloccare situazione di stallo nel Paese

02 gennaio, 21:09
(ANSA-AP) - BUCAREST, 2 GEN - La Corte Costituzionale della Moldova ha temporaneamente spogliato dei suoi poteri il presidente, filorusso, a causa del suo rifiuto di incaricare nuovi ministri in un momento di stallo politico. Il Presidente Igor Dodon ha rigettato la decisione della Corte, la quale stabilisce che i suoi poteri sarebbero stati assunti dal portavoce del Parlamento o dal primo ministro.

Dodon, inoltre, ha accusato la Corte di essere "uno strumento politico e non un corpo costituzionale". Dodon è in disaccordo con la coalizione di governo in carica, favorevole alle relazioni con l'Unione europea e con gli Stati Uniti. Già in ottobre la Corte sospese i suoi poteri dopo che rifiutò di nominare un ministro. Questa volta, Dodon ha detto che i candidati ministeriali sono incompetenti, affermando che alcuni sono coinvolti nello scandalo del 2014 in cui un miliardo di dollari fu trasferito dal sistema bancario nazionale. In seguito a questo, la coalizione ha chiesto alla Corte di sospendere i poteri di Dodon così da poter nominare i ministri.

(ANSA-AP)
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati