Percorso:ANSA > Nuova Europa > Altre News > A Vienna primo memoriale a disertori anti-Hitler

A Vienna primo memoriale a disertori anti-Hitler

Monumento a forma di X inaugurato nel centro della capitale

24 ottobre, 14:49
(di Stefano Giantin) (ANSA) - VIENNA - Ci sono voluti sette decenni dalla fine del Secondo conflitto mondiale e altri cinque anni dal 'Rehabilitationsgesetz', che li ha riscattati definitivamente. E da ieri, i disertori che si rifiutarono di servire nell'esercito nazista sono stati finalmente ricordati e onorati a Vienna, con l'inaugurazione di un monumento a loro dedicato, il primo in Austria. Monumento grigio su tre livelli e a forma di X, disegnato dall'artista Olaf Nicolai, intitolato a tutti i ''perseguitati dalla giustizia militare'' nazionalsocialista, che è stato svelato in una solenne cerimonia nella Ballhausplatz, nel cuore di Vienna, a un passo dalla Cancelleria federale e dalla Heldenplatz, dove Hitler nel 1938 annunciò a una folla festante l'Anschluss dell'Austria al Terzo Reich. Alla cerimonia erano presenti il presidente Heinz Fisher, il ministro della Cultura Josef Ostermeyer e le massime cariche cittadine. La tv pubblica austriaca Orf ha specificato che il memoriale mira a celebrare ''la resistenza dei singoli contro la massa'' e a onorare i circa 30 mila coraggiosi che si rifiutarono di prestare servizio nella Wehrmacht, disobbedendo agli ordini e che perciò furono condannati a morte dai tribunali militari del regime hitleriano assieme ad altri 'Wehrkraftzersetzer', persone colpevoli di aver sabotato gli sforzi bellici della Germania nazista. Tra loro, anche civili e prigionieri di guerra. Circa 15mila le condanne eseguite, più di un migliaio le vittime austriache. Come ricordano i media viennesi, il monumento rappresenta una conquista dopo anni di dibattito sulla figura dei disertori, per decenni dopo il conflitto spesso considerati in Austria come dei traditori e tali ritenuti dalla legge fino al 2009, quando i voti di Popolari, Socialdemocratici e Verdi segnarono l'importante cambiamento di rotta e il culmine della campagna di riabilitazione di chi disse no al servizio nella Wehrmacht. Uno dei coraggiosi, il novantaduenne Richard Wadani, fra i pochi disertori ancora in vita, era presente alla cerimonia di inaugurazione del ''Denkmal fuer Verfolgte der NS-Militaerjustiz''. In Germania, ricorda il sito del Comitato per la giustizia verso le vittime dei tribunali militari nazisti, sono in totale una trentina i monumenti ai disertori eretti in tutto il Paese.

(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: