Percorso:ANSA > Nuova Europa > Slovenia > Ferrovie: al via servizio transfrontaliero Friuli Vg-Lubiana

Ferrovie: al via servizio transfrontaliero Friuli Vg-Lubiana

'Ora Italia e Slovenia sono ancora più vicine'

09 settembre, 16:43
(ANSA) - TRIESTE, 9 SET - Da oggi Italia e Slovenia sono ancora più vicine grazie alla riapertura della tratta ferroviaria Udine-Trieste-Lubiana. Il nuovo servizio transfrontaliero, nato dalla collaborazione tra Friuli Venezia Giulia e Slovenia, è stato inaugurato questa mattina alla stazione centrale di Trieste, alla presenza, fra gli altri, del Commissario Ue ai Trasporti, Violeta Bulc, del ministro delle Infrastrutture sloveno, Peter Gaspersic, del sottosegretario per le Infrastrutture e i Trasporti, Armando Siri e del presidente Fvg, Massimiliano Fedriga. Il servizio prevede due collegamenti giornalieri lungo l'intero arco della settimana, di cui uno sulla direttrice Udine-Trieste-Lubiana e un altro nella sola tratta tra il capoluogo regionale e la capitale slovena. In tutto 7 fermate in territorio italiano e nove in Slovenia.

"Questo - ha detto intervenendo il Commissario Ue - è un giorno molto importante non soltanto per l'Italia e per la Slovenia". In tema di trasporti, ha ricordato Bulc, "la strategia dell'Unione europea è quella di investire nello sviluppo delle reti ferroviarie, per sostenere non soltanto la crescita economica ma anche per favorire l'interconnessione sociale e economica". Collegamenti, questi, che permettono di avvicinare non soltanto i cittadini Ue ma anche quelli dei Paesi che ancora non fanno parte della famiglia europea. "Il Nord Italia, la Slovenia, parte della Croazia e dell'Austria - ha precisato poi a margine della cerimonia il Commissario - ricoprono infatti una posizione strategica molto importante nel sistema dei trasporti europeo e per lo sviluppo di quello dei Paesi dell'Europa centrale". La tratta Udine-Trieste-Lubiana, attiva fino a marzo 2008, rappresenta "un progetto molto importante che si inserisce nel rafforzamento dei rapporti tra Italia e Slovenia", ha commentato dal canto suo il sottosegretario per le Infrastrutture Siri, ricordando che la connessione e i trasporti, rappresentano "la premessa economica e di sviluppo di questo territorio". Dopo il ripristino del collegamento Udine-Lubiana, la Regione Friuli Venezia Giulia mira ad arrivare ancora più lontano: "mi auguro - ha fatto sapere il presidente Fedriga - che già dal prossimo anno si possa arrivare a collegare il Fvg con l'Austria e con Vienna". In questo modo, ha detto, "il Friuli Venezia Giulia ritornerebbe al centro dell'Europa e potrebbe quindi proseguire il suo sviluppo". Il collegamento - che risale all'epoca asburgica - è inserito nel progetto strategico CrossMoby, nell'ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg Italia-Slovenia, coordinato dalla Regione Friuli Venezia Giulia in veste di autorità di gestione e garante del cofinanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale. L'auspicio, ora, ha fatto sapere il ministro delle Infrastrutture sloveno Gaspersic, "è che presto si possa avere un prolungamento della tratta fino a Venezia".(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati