Percorso: Motori > Speciali > Eicma: successi in Europa per la prima stradale Paton

Eicma: successi in Europa per la prima stradale Paton

Dalla factory milanese ecco la S1, un tuffo nel passato

07 novembre, 14:21

RHO-PERO (MILANO) - E' un gioiello d'Italia, anzi di Milano, la S1, prima moto stradale prodotta da Paton che ha ricevuto l'omologazione solo pochi mesi fa e che, invece, sembra appena uscita dalle nostalgie degli anni '60. E' una delle curiosità per i tanti appassionati presenti alla Fiera di Milano per l'edizione del centenario di Eicma il salone mondiale delle 2ruote.

S1 è il primo prodotto stradale di un'azienda milanese, la Paton (dal nome di uno dei fondatori Giuseppe Pattoni), che dal 1958, in una bottega-officina di Settimo Milanese che oggi si preferisce chiamare Factory, costruisce moto da corsa in livrea rigorosamente verde. Un artigianato sportivo che adesso si rivolge ai clienti 'normali'. La Paton stradale, che monta un motore bicilindrico Kawasaki, rappresenta ora la realizzazione di ciò che per Giuseppe 'Pep' Pattoni, il fondatore, sarebbe stato un sogno. Il team Paton, l'ha creata ispirandosi alle linee degli anni sessanta e al concetto di 'Road Race Spirit'. Per trasferire a chi la guida sensazioni e maneggevolezza tipiche delle moto da corsa, oltre alla certezza di avere a che fare con un mezzo fuori dall'ordinario. I primi risultati commerciali non si sono fatti attendere. 'stiamo già consegnando le prime moto ai clienti, che si concentrano soprattutto in Germania, Paesi Bassi, Inghilterra e Irlanda - ha detto Mario Pagani, ad di Paton -. Ci stiamo concentrando inoltre su Svizzera, e sul Medio Oriente, dove la nuova Paton da strada sta destando grandissimo interesse'. Naturalmente non poteva mancare a Eicma al fianco della stradale, la versione Racing della neonata S1.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA