Percorso: Motori > Speciali > Intelligenza digitale ora anche nelle moto 'entry level'

Intelligenza digitale ora anche nelle moto 'entry level'

Centraline gestione motore Bosch con tante funzioni innovative

04 novembre, 19:53
Intelligenza digitale ora anche nelle moto 'entry level' Intelligenza digitale ora anche nelle moto 'entry level'

MILANO - L'intelligenza digitale di Bosch sbarca anche nei veicoli a due ruote più piccoli. Lo fa con nuovi sistemi elettronici di gestione del motore che sono stati sviluppati specificamente per le moto e gli scooter dei segmenti più bassi e che permetteranno a breve di migliorare il rendimento, abbassare i consumi e rendere l'impiego delle due ruote - pur se di fascia economica - più appagante e sicuro.

Queste unità compatte intervengono sull' alimentazione e l'iniezione di carburante, sul controllo dell'aria, sul trattamento dei gas di scarico. Possono inoltre servire per gestire le funzioni della trasmissione CVT introducendo anche lo start&stop, una novità estremamente importante nei Paesi in cui il traffico dei ciclomotori e deglo scooter è caotico forse più di quello automobilistico. Bosch ha annunciato all'EICMA di Milano queste nuove soluzioni applicabili in tutte le categorie di due e tre ruote, non solo nei modelli di segmento utilitario del mercato asiatico, ma anche ai motocicli ad alte prestazioni dei mercati europeo e nordamericano. Rispetto al carburatore, e in base alla situazione, il sistema di iniezione a controllo elettronico è in grado di ridurre il consumo di carburante fino al 16%, con un progresso importante specialmente per India e gli altri mercati asiatici.

Il sistema comprende anche la funzione start-stop che aggiunge una riduzione dei consumi fino al 15%. Inoltre, se interfacciata con una eventuale trasmissione a variatore continuo CVT (Continuously variable transmission), può ridurre il consumo di carburante di quasi un quarto anche nelle situazioni di guida più dinamiche. Inoltre la gestione del CVT attraverso l'unità Bosch lo spunto da 0 a 60 km/h è migliorabile fino al 17% rispetto alle trasmissioni di serie, per un'esperienza di guida ancora più appagante.

Altra novità è la possibilità di utilizzare il sistema elettronico di gestione del motore per impostare diverse modalità di guida, consentendo ai motociclisti di regolare con la semplice pressione di un pulsante la 'risposta' del veicolo in base alle proprie esigenze. E' possibile, ad esempio, optare per la modalità economica nelle situazioni quotidiane e passare alla modalità sportiva durante i fine settimana. E' prevista inoltre la possibilità di configurare i motori per essere più indipendenti nella scelta tra etanolo e benzina, con una flessibilità che consente ai conducenti di scegliere il carburante più economico. Grazie a Bosch anche la fascia 'bassa' del mercato potrà, a breve, usufruire della interconnettività con lo smartphone che diventerà, a seconda delle applicazioni, computer di bordo, strumento di diagnosi elettronica ed anche immobilizzatore, per impedire (con un comando via telefonino) il funzionamento del sistema d'iniezione del carburante.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA