Percorso: Motori > Speciali > 40 Anni di Golf, quattro generazioni dal 1974 al 2003

40 Anni di Golf, quattro generazioni dal 1974 al 2003

Tante innovazioni, dal turbodiesel all'ABS fino al cambio DSG

24 ottobre, 15:02
40 Anni di Golf, quattro generazioni dal 1974 al 2003 40 Anni di Golf, quattro generazioni dal 1974 al 2003

PADOVA - La storia della Golf, l'auto europea di maggior successo di tutti i tempi, inizia nel marzo del 1974 quando il primo esemplare esce dalle catene di montaggio dello stabilimento di Wolfsburg. Dopo che motore e trazione posteriori avevano spopolato per decenni grazie al Maggiolino, con Golf inizia una nuova epoca: quella del 'tutto avanti'.
Questa trasformazione era stata introdotta nel 1973 dalla Passat, la prima Volkswagen a trazione anteriore dopo la K70 ripresa dalla NSU. Disegnata da Giorgetto Giugiaro secondo i canoni Volkswagen, la Golf doveva corrispondere alle enormi aspettative create precedentemente dal Maggiolino. E l'obiettivo viene raggiunto già nell'ottobre 1976 quando si celebra il traguardo del primo milione di Golf vendute.
Alla versione di base della prima Golf - punto di riferimento in fatto di progresso e tendenze in campo automobilistico - seguono nel 1976 la Golf GTI, la Golf D (con motore diesel aspirato) e nel 1982 la Golf GTD. Nel 1979 arriva la Golf Cabriolet, l'auto scoperta più venduta al mondo in quegli anni. Della prima generazione della Golf, comprese tutte le versioni derivate come la Cabriolet e la Jetta furono venduti 6,99 milioni di esemplari.
La seconda generazione Golf è dell'agosto 1983. Diventa ancora più confortevole e spaziosa e, negli anni successivi, porta al debutto il catalizzatore (1984), il sistema antibloccaggio in frenata ABS (1986), il servosterzo e la trazione integrale Syncro (1986). Già nel 1989 la Volkswagen si basò su questa Golf per presentare due prototipi, uno a trazione elettrica e uno a propulsione ibrida. Della Golf II vengono prodotti in tutto 6,3 milioni di esemplari. A partire dall'agosto 1991 arriva la terza generazione, la prima Golf a montare dal 1992 gli airbag frontali e dal 1996 l'ABS di serie. Alla Golf III sono legate anche numerose innovazioni tecniche, come il primo motore a sei cilindri (VR6), il cruise control, il catalizzatore ossidante per i motori Diesel (1991), il primo motore Diesel a iniezione diretta (TDI, 1993 e SDI, 1995) e gli airbag laterali (1996). Nel 1993 arrivano una nuova Cabriolet e la prima wagon denominata Variant. Della terza generazione vengono prodotti complessivamente 4,83 milioni di esemplari.
La Golf IV vede il debutto nel 1997 del nuovo DNA del design Volkswagen. E l'anno successivo quello dell'ESC che prosegue la 'democratizzazione' nel campo della sicurezza, a cui segue nel 1999 l'ESP di serie. Nel 2002 la quarta generazione della Golf si arricchisce dell'iniezione diretta di benzina (FSI) e degli airbag per la testa di serie. Nello stesso anno debutta la Golf R32, che raggiunge i 250 km/h e su cui nel 2003 viene montato per la prima volta il rivoluzionario cambio a doppia frizione DSG. Nello 2003 la Golf IV, dopo 4,99 milioni di esemplari prodotti, lascia lo spazio alla Golf V.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA