Percorso: Motori > Speciali > Pirelli: al via nuova era, lo pneumatico è “intelligente” e legge la strada

Pirelli: al via nuova era, lo pneumatico è “intelligente” e legge la strada

Arriva Cyber Tyre, il sensore che “parla” con l’auto e previene i pericoli

16 ottobre, 15:28
Maurizio Boiocchi,  General Manager Technology Pirelli Tyre e Amministatore Delegato Pirelli Labs. Maurizio Boiocchi, General Manager Technology Pirelli Tyre e Amministatore Delegato Pirelli Labs.

Pirelli apre una nuova era per gli pneumatici con il Cyber Tyre: una gomma intelligente che grazie a un sensore inserito al suo interno è in grado di ''leggere'' la strada e ''parlare'' con l'auto, prevenendo così eventuali pericoli. Nato dalla collaborazione tra Pirelli e Politecnico di Milano, il prototipo dello pneumatico è stato mostrato in anteprima durante il workshop 'Advanced driver assistance control', organizzato dalla Fondazione del Politecnico e dalla Fondazione Silvio Pirelli. Il Cyber Tyre fornisce informazioni essenziali sullo stato dello pneumatico, sulle condizioni della strada e sulle prestazioni del veicolo, contribuendo a renderlo più sicuro ed efficiente. L'elemento caratterizzante è un sensore elettronico, grande circa un centimetro quadrato e completamente autoalimentato, in grado di leggere direttamente le condizioni di interazione pneumatico-strada e di dialogare in tempo reale, via wireless, col computer di bordo e con tutti gli apparecchi elettronici della vettura, oltre che col guidatore, attraverso una opportuna interfaccia grafica. In pratica, il sensore permette allo pneumatico di diventare una sorta di copilota e di sostituirsi in caso di pericolo al guidatore, riducendo, ad esempio, la velocità della vettura poco prima di affrontare una curva pericolosa, oppure riuscendo a capire, ancor prima dell’automobilista, come condurre il veicolo su strada in caso di asfalto bagnato. Il sensore infatti interpreta le variazioni della tipologia di attrito, riconoscendo le diverse condizioni di marcia quali asciutto, bagnato, ghiaccio, grado di aderenza, per citare le principali.

“Il Cyber Tyre, la cui adozione a primo equipaggiamento è allo studio delle principali case automobilistiche, è già una realtà nella versione 'CyberFleet' dedicata al trasporto commerciale e già utilizzata da alcune delle principali flotte in Europa e Sud America”, spiega Pirelli, evidenziando che il sistema “ è in grado di rilevare automaticamente la pressione e la temperatura degli pneumatici, aiutando così a ottimizzare i costi di gestione della flotta, poiché permette di ridurre il costo del carburante e massimizzare l’efficienza nelle operazioni di manutenzione degli pneumatici e di controllo della pressione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA