Percorso: Motori > Speciali > Pirelli resta fedele alla Superbike dopo 11 anni da fornitore unico
Post-it

Pirelli resta fedele alla Superbike dopo 11 anni da fornitore unico

Barbier, competizione in espansione; vogliamo rimanere

19 giugno, 15:07
Pirelli resta fedele alla Superbike dopo 11 anni da fornitore unico Pirelli resta fedele alla Superbike dopo 11 anni da fornitore unico
Correlati

Pirelli resta fedele alla Superbike, dopo undici anni come fornitore unico di pneumatici. "Siamo estremamente soddisfatti della Superbike, abbiamo contribuito a costruirla e abbiamo investito in un momento in cui gli altri scappavano. Adesso che sta crescendo e si sta espandendo, soprattutto fuori dall'Europa ci interessa rimanere''. Il Racing director di Pirelli Moto, Giorgio Barbier, spiega così le intenzioni del gruppo per il futuro, anche in vista della scadenza del contratto (a fine 2015).
Il gruppo della Bicocca è salito a bordo della Superbike "in un momento in cui la Superbike era in crisi ed era criticata, un po' anche per una guerra non interessante con la MotoGp", ricorda Barbier, evidenziando che poi l'intuizione di Pirelli "è stata quella di capire che dietro al mondo delle competizioni di alto livello c'è un mondo di competizioni nazionali, ma anche di gente che vuole andare in pista a divertirsi, che sfugge le strade perché sono pericolose, quindi va in circuito, e ha bisogno di prodotti per questo tipo di utilizzo". La carta vincente è la capacità di "far ricadere, da un campionato importante, dei prodotti sul mercato". L'impegno nell'attività racing, che coinvolge Pirelli anche in altre competizioni come il Mondiale Motocross, quello Endurance, le attività road racing e i molti campionati locali, offre al gruppo di pneumatici "il grande vantaggio di poter sviluppare i prodotti con i migliori piloti al mondo e, al contempo, di mantenere la nostra gamma racing disponibile sul mercato sempre aggiornata".
Intanto, il bilancio del Campionato Mondiale eni Fim Superbike, a metà stagione, è positivo: "è un anno molto interessante e stiamo lavorando a soluzioni competitive estremamente performanti. La sfida è riuscire a farle andar bene per tutte le classi e tutti i tipi di moto". Per l'ultima tappa italiana in calendario, quella di Misano, Pirelli ha messo a punto nuove soluzioni per le classi Superbike e Supersport che "riguardano anteriori e posteriori, soluzioni di mescole al fine di allargare la capacità della gamma di incontrare le necessità degli utenti", spiega Barbier. Quanto al rapporto con Dorna, la società che gestisce il campionato, all'inizio "abbiamo dovuto conoscerci e capirci. A questo punto l'accordo è ottimo, per cui proseguiamo molto fiduciosi".