Percorso:Motori > Prove e Novità > Nuova Bmw X6, il meglio di un sav con look da coupé

Nuova Bmw X6, il meglio di un sav con look da coupé

Parente della X5, è sul mercato in versioni fino a 575 Cv

26 novembre, 15:36
Nuova Bmw X6, il meglio di un sav con look da coup Nuova Bmw X6, il meglio di un sav con look da coup

( Andrea Silvuni)

 PISTOIA - Arriva, come tutti gli altri modelli della Serie X (ad esclusione della più piccola X1) dallo stabilimento di Spartanburg nello Stato americano della Carolina del Sud e condivide molti elementi meccanici e costruttivi con l'ultima generazione della X5, di cui è la variante 'coupé'. E' la nuova Bmw X6, un modello che ha debuttato nel 2008 e che - giunto ora alla sua seconda generazione - conferma con ben 360mila unità vendute (di cui 15.600 in Italia che, dopo Cina, Stati Uniti e Germania è il quarto mercato mondiale per questo modello) la validità di questa scelta nel format e nel design. Ora X6 rafforza la sua unicità, che l'ha portata ad essere l'icona stessa del segmento delle Sports Activity Coupé, con riusciti interventi al design, all'abitacolo e alle dotazioni per accentuare ancora il suo appeal e le sue performance ed essere pronta a sfidare le imminenti 'rivali' Maserati Levante e Mercedes MLC.

La nuova X6 conserva l'imponenza della prima generazione accompagnata però da molte modifiche costruttive (la struttura è più solida e più leggera grazie ai parafanghi in plastica e al cofano in alluminio) che hanno permesso di intervenire sul frontale che è stato completamente riprogettato ed è più aggressivo e in linea con le ultime Bmw. Spiccano il doppio rene ingrandito e i fari allargati, con proiettori allo xeno di serie in tutte le versioni, oltre ad un pìù elaborato trattamento delle prese d'aria. Cambiato radicalmente anche l'abitacolo, ora più comodo e molto più lussuoso. Da segnalare anche la capacità del bagagliaio aumentata di 75 litri grazie alla diversa forma del portellone e al divanetto abbattibile secondo lo schema 40-20-40.

Nella nuova X6 sono ora di serie i proiettori bixeno, i cerchi in lega da 19 pollici, il comando automatico del cofano posteriore e il cambio sportivo Steptronic a otto rapporti con paddles al volante, a cui si aggiungono l'allestimento in pelle, il climatizzatore automatico bi-zona, lo specchietto retrovisore interno autoanabbagliante e il pacchetto di sicurezza Driving Assistant di Bmw ConnectedDrive. Un insieme di miglioramenti dell'hardware e del software di questa super-sav che si traduce, già nella variante 30d, in un sensibile aumento delle qualità dinamiche, nei vantaggi offerti dalla trazione integrale 'intelligente' attiva in modo permanentemente e - grazie ai numerosi interventi nell'ambito della tecnologia Bmw EfficientDynamics, dell'ottimizzazione dei pesi e del miglioramento delle caratteristiche di aerodinamica raggiunto attraverso Air Curtain e Air Breather - nella riduzione dei consumi fino al 22%. Pur essendo disponibili molte versioni 'hot', con potenze che arrivano fino ai 575 Cv della X6 M - quella che meglio si adatta alle condizioni di guida italiane ed alla ricerca di 'mobilità' in tutte le condizioni meteo e di fondo stradale è forse la X6 30d dotata del diesel sei cilindri in linea da 258 Cv. In questa versione, come nelle altre che non ne sono dotate di serie, il miglior compromesso tra sicurezza e piacere di guida si ottiene aggiungendo alla trazione integrale intelligente xDrive (che ottimizza motricità, stabilità di guida e dinamica in curva) l'optional rappresentato dall'Assetto adattivo con Dynamic Performance Control che permette di regolare la 'risposta' dell'auto alle esigenze o ai gusti del pilota. La gamma per l'Italia spazia dalla X6 30d da 258 Cv proposta a 70.890 euro fino alla X6 M50d con tre turbocompressori da 381 Cv è nel listino a 98.950 euro. Una terza variante diesel - la X6 40d da 313 Cv - viene proposta a 74.840 euro, mentre la iper-sportiva X6 M con il V8 benzina 4.4 da 575 Cv costa 128.500 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA