Percorso:Motori > Prove e Novità > Bmw va in monopattino con il Mini CitySurfer

Bmw va in monopattino con il Mini CitySurfer

Piccolo e pieghevole, entra nel bagagliaio

25 novembre, 15:29
Bmw va in monopattino con il Mini CitySurfer Bmw va in monopattino con il Mini CitySurfer

ROMA - Nuova idea per la mobilità urbana del gruppo BMW, il BMW Mini CitySurfer è un concept innovativo di monopattino elettrico piccolo e pieghevole che si può riporre nel bagagliaio. Pensato per rendere più flessibile la mobilità individuale il BMW MINI CitySurfer Concept pesa solo 18 kg, si ricarica dall'auto o da casa e combina, nello stile del marchio, l'agilità di guida di un monopattino elettrico con elementi di design fortemente personali. Il BMW MINI CitySurfer Concept è adatto all'utilizzo su brevi distanze oppure come veicolo di supporto ad altri mezzi di trasporto, come l'auto, il treno o l'autobus.

Il minimo ingombro permette di spostarsi in modo agevole anche nelle zone della città non raggiungibili con veicoli a motore, caratteristica che lo rende ideale, ad esempio, per coprire la distanza tra parcheggio, stazione dell'autobus o ferroviaria e il luogo di destinazione. E' alimentato da batteria agli ioni di litio montata nel telaio che si può ricaricare attraverso un collegamento a 12 Volt dell'automobile o una presa di corrente di casa, ma si ricarica anche durante la guida utilizzando un sistema di recupero dell'energia di frenata.

L'autonomia del CitySurfer Concept varia da 15 a 25 km, secondo il peso del guidatore e l'uso che si fa del veicolo. La sua architettura lo rende utilizzabile in qualsiasi modo o momento, anche con la sola forza muscolare, indipendentemente dal motore elettrico supplementare e senza fenomeni di resistenza al rotolamento derivanti dal motore. Versatile e agile il CitySurfer è sicuro grazie alle grandi ruote con pneumatici dedicati, alla pedana bassa, al telaio stabile e al manubrio regolabile in altezza.

Ha inoltre tre sistemi frenanti indipendenti con freni a disco idraulici sulleruote anteriore e posteriore, freno con recupero di energia con funzione di generatore del motore elettrico e ottima visibilità in tutte le direzioni per la posizione eretta del guidatore. Sul manubrio è infine possibile installare uno smartphone con possibilità di ricarica.

Il BMW Mini CitySurfer si propone, così, come un veicolo in grado di coprire l'intera gamma della mobilità individuale nell'ambiente urbano, come commuter per spostamenti di pendolari e a scuola, visite in città e shopping, gite turistiche nell'ambito delle vacanze con auto e camper, al camping o in barca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA