Percorso:Motori > Prove e Novità > Con 500X Fiat punta a leadership mercato crossover compatti

Con 500X Fiat punta a leadership mercato crossover compatti

Sei motori, quattro cambi, tre trazioni e cinque allestimenti

12 novembre, 15:51
Con 500X Fiat punta alla vetta del mercato dei crossover Con 500X Fiat punta alla vetta del mercato dei crossover

(di Alessandro Vai)

 BALOCCO - Sei motori disponibili, quattro trasmissioni, tre schemi di trazione e cinque allestimenti, di cui tre dedicati alla vita metropolitana e due a quella più avventurosa. Basterebbero questi numeri a descrivere l'importanza della 500X, il primo vero crossover compatto di Fiat che, parola di Gianluca Italia, Responsabile del marchio Fiat per l'area EMEA, "punta alla leadership nel mercato europeo, sulla scia dei successi delle altre esponenti della famiglia 500, cioè la citycar e la L". Ma i numeri che spiegano ancora meglio il ruolo di quest'auto sono altri due: cento, come il numero di Paesi in cui verrà commercializzata e il delta formato dai prezzi di listino, che vanno dai 17.500 euro della 1.6 benzina da 110 CV con trazione anteriore e cambio a 5 marce (allestimento Pop), ai 30.650 euro della 2.0 turbodiesel con 140 CV, quattro ruote motrici e il cambio automatico a nove marce (allestimento Cross Plus). Considerando, poi, la presenza di un motore più piccolo come il 1.3 Multijet da 95 CV, si capisce come la 500X sia un'auto assolutamente trasversale, fedelissima al suo concetto di 'crossover' e capace, quindi, di 'passare attraverso' i classici segmenti del mercato dell'auto, conquistando clienti da diverse parti. Infatti, come ha detto Olivier Francois, Responsabile Globale del marchio Fiat, "se la concorrente per eccellenza della versione Cross è la Mini Countryman, le versioni più urbane possono conquistare clienti tanto nel segmento dei 'B-SUV' che nel classico 'C'; anche la Golf può essere una competitor diretta". Tuttavia, visti i 4,25/4,27 metri di lunghezza, l'ampiezza della gamma e i contenuti tecnici, la 500X può ingolosire anche i clienti tipici del segmento 'C-SUV', senza dimenticare chi già possiede una Fiat più piccola e vuole 'evolversi'. L'importanza del crossover compatto italo-americana è definita anche dalla sua doppia nazionalità, visto che è frutto del primo progetto che ha potuto sfruttare a pieno le sinergie del Gruppo FCA. La piattaforma su cui nasce, infatti, è condivisa con la Jeep Renegade, allo stesso modo dei powertrain e di gran parte della meccanica, mentre lo stile, la personalizzazione e praticamente tutto quello che si vede all'esterno sono esclusivi della 500X. Il risultato è notevole, anche dal punto di vista della qualità, settore in cui l'auto ha compiuto un vero e proprio salto, portandosi al livello della concorrenza premium. "Vogliamo offrire un'auto dai contenuti premium - ha aggiunto Francois - ma che abbia un prezzo di poco superiore a quello dei prodotti generalisti". Non è un mistero che questo crossover sia fondamentale per il marchio Fiat e il piano di lancio organizzato per i paesi europei ne è la riprova: da venerdì prossimo e per 80 giorni, infatti, ci saranno eventi in 74 delle principali città del Vecchio Continente. In primavera, invece, sono previsti lo sbarco negli Stati Uniti e il completamento della gamma, con tutte le combinazioni di motori e cambi.

Entrando nell'abitacolo si scopre un posto guida quasi sportivo, con la seduta piuttosto bassa per il tipo di auto. La guida è agile e brillante, soprattutto selezionando la modalità Sport del 'Mood Selector' (la versione Fiat del DNA Alfa Romeo), ma anche sicura, con i sistemi evoluti di assistenza alla guida che vigilano su distanza di sicurezza, cambi di corsia involontari e angolo cieco. Molto interessante anche l'ultima evoluzione del sistema di infotainment UConnect con display touch da 6,5 pollici, che integra i servizi Live di Tom Tom e la connettività internet.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA