Percorso:Motori > Prove e Novità > Nuove Smart ForTwo e ForFour, ora la coppia è 'vincente'

Nuove Smart ForTwo e ForFour, ora la coppia è 'vincente'

2 posti divertente più di prima. 4 posti vera city car premium

08 novembre, 10:26
Nuova Smart ForTwo Nuova Smart ForTwo

(di Andrea Silvuni)

BARCELLONA - Da domani, 8 novembre, gli italiani potranno acquistare e soprattutto scoprire la nuova generazione della Smart ForTwo, la city car che ha letteralmente rivoluzionato il traffico nelle grandi città - con Roma e Milano ai primi posti - e che, con le quasi 450mila unità immatricolate nel nostro Paese dal lancio (1989) ha fatto dell'Italia il primo mercato mondiale per questo modello. ForTwo arriva nelle concessionarie Smart con due settimane di anticipo rispetto alla nuova ForFour che verrà proposta, come per la due posti, negli allestimenti Youngster, Sport Edition 1, Passion, Proxy e Prime.

I prezzi della vanno dai 12.700 della ForTwo Youngster 70 Cv ai 16.220 delle ForTwo Proxy o Prime 90 Cv, con una maggiorazione di soli 600 euro per passare dalla due alla quattro posti, l'inedita ForFour che l'Azienda definisce la ''più piccola grande monovolume cittadina''. Quest'ultimo modello - a differenza della precedente generazione che era stata sviluppata separatamente assieme a Mitsubishi - condivide con la due posti praticamente tutta l'architettura e la meccanica, frutto della JV tra Daimler e Renault ed utilizzata da quest'ultima anche per la nuova Twingo. Lo schema è quello della prima due posti Smart, con il motore collocato posteriormente, una soluzione che è stata scelta anche per la quattro posti e per la 'cugina' Renault Twingo. Va subito detto, parlando del comportamento su strada delle due nuove Smart, che la presenza di avanzati sistemi di assistenza alla guida - fino ad oggi riservati alle Mercedes, ne hanno incrementato ulteriormente sicurezza e comfort. Le nuove Smart, ad esempio, sono insensibili al vento laterale, si accorgono da sole se non si mantiene la distanza di sicurezza e sta per tamponare un altro veicolo e segnalano se il pilota abbandona inavvertitamente la corsia di marcia. Un vero salto di qualità contraddistingue l'autotelaio soprattutto nel comportamento dell'avantreno. La struttura dell'asse anteriore e completamente nuova e utlizza elementi presi in prestito dalla Mercedes Classe C. Ad un risultato apprezzabile su ogni tipo di fondo stradale contribuiscono anche il ponte De Dion ottimizzato, l'escursione delle sospensioni aumentata e la presenza di pneumatici con fianchi più alti. La 'revisione' degli elementi del telaio non ha compromesso uno dei punti di forza della ForTwo e il diametro di volta resta davvero ridotto, solo 9,95 metri fra marciapiedi. E non ha nemmeno mutato il carattere 'birichino' della Smart due posti che può essere guidata in città quasi come una moto, capace di disimpegnarsi nelle situazioni più difficili per poi trovar facilmente posto nei parcheggi, per effetto della lunghezza immutata (2,69 m) e senza che la cresciuta larghezza (1,66 m) la penalizzi negli spazi delimitati. Nel suo ambiente 'ideale' - quello della città, comprese quelle con le viuzze dei centri storici ancora aperti al traffico - ForTwo mette ora a disposizione della clientela, oltre a quella iper-parsimoniosa da 70 Cv, una versione che risveglia emozioni corsaiole. E' quella con il 3 cilindri 898 cc turbo benzina da 90 Cv che, con i suoi 135 Nm di coppia combinati con il peso di 900 kg e un efficace cambio meccanico a 5 marce, trasforma la Smart nella più piccola GT del mercato. Un carattere che è evidenziato dai 10,4 secondi che bastano per passare da 0 a 100 km/h e, soprattutto, dal vantaggioso rapporto peso/potenza di soli 10 kg/Cv. Grazie alla piattaforma ed ai motori in comune, anche la ForFour evidenzia una dinamica di marcia tutta particolare per una ''quattro porte, quattro posti'', con l'aggiunta di una grande versatilità degli interni che 'traghetta' la ForFour in un ambito meno trasgressivo e più consono a sostenere il ruolo di city car premium che le spetta a buon diritto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA