Percorso:Motori > Prove e Novità > Chrysler 200, 1 mld dlr per scalare segmento da 2,6 mln auto

Chrysler 200, 1 mld dlr per scalare segmento da 2,6 mln auto

Prima 'media' con cambio a 9 marce. Motori 184 e 295 Cv

13 gennaio, 16:08
Chrysler 200 Chrysler 200

DETROIT - Un miliardo di dollari. A tanto ammonta l'investimento che Fiat ha messo in campo per la nuova Chrysler 200, il modello su cui la Casa di Auburn Hills punta per affermarsi nell'importante, ma anche affollato, segmento delle vetture 'Mid-Sized'. Cosa che gli consentirebbe di fare un notevole balzo in avanti nelle vendite sul mercato Usa.

L'obiettivo quindi è di scalare la classifica che vedeva il precedente modello Chrysler solo all'ottavo posto tra le 19 vetture che in Usa sono annoverate nel segmento 'Mid Sized', che conta globalmente 2,6 milioni di unità e, dopo un +22% di vendite segnato nel 2012, nel 2013 è cresciuto solo dell'1%. Aspirazione più che legittima, non solo per il posizionamento di prezzo (il listino parte da 21.700 dollari), ma soprattutto per le qualità estetiche esterne ed interne della nuova Chrysler 200, oltre che per le caratteristiche della meccanica e degli equipaggiamenti elettronici.

Ci sono ben 64 dispositivi di assistenza alla guida, tra cui il Forward Collision Warning-Plus (che può anche arrestare automaticamente l'auto in caso di rischio di collisione) e l'esclusivo sistema di freno di stazionamento elettronico con Safe Hold, che blocca l'auto se il guidatore apre la porta o slaccia la cintura quando il cambio non è in folle o in parcheggio.

Proposta negli Stati Uniti con due motorizzazioni - il 4 cilindri 2.4 MultiAir2 Tigershark da 184 Cv e il V6 3.6 Pentastar da 295 Cv - la nuova Chrysler 200 è la prima vettura di questa classe ad essere dotata di serie di trasmissione automatica a 9 rapporti, per esaltare le caratteristiche di economicità delle due unità a benzina. La nuova 200 è infatti accreditata di un consumo in autostrada pari a 35 miglia per gallone (8,1 litri ogni 100 km) e potrà dunque confrontarsi efficacemente con la Ford Fusion (34 mpg), con la Honda Accord (34 mpg), con la Toyota Camry (35 mpg) ed anche con la Chevrolet Malibu (36 mpg) e con la Nissan Altima (38 mpg) che sono le protagoniste del segmento.

Ma non basta. Chrysler gioca due 'jolly' con la nuova 200: il fatto di utilizzare quello che la nota stampa definisce un 'Alfa Romeo-based chassis' (la piattaforma CUS-Wide, stessa della Giulietta e della Jeep Cherokee) e la possibilità di essere richiesta in variante con quattro ruote motrici, dotate però di un sistema che elimina ogni collegamento con il retroreno (per non sprecare energia) quando la trazione integrale non serve.

La nuova Chrysler 200 viene prodotta nello stabilimento di Sterling Heights in Michigan (che era destinato alla chiusura) ed è frutto di un investimento di un miliardo di dollari, che ha riguardato anche la nuova linea di verniciatura e una linea di montaggio della carrozzeria completamente robotizzata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA