Percorso:Motori > Prove e Novità > Avrà il sistema a idrogeno di Toyota la Futura Bmw i5

Avrà il sistema a idrogeno di Toyota la Futura Bmw i5

Sarà l'alternativa euro-giapponese all'americana Tesla

25 novembre, 14:47
Futura BMW i5 Futura BMW i5

ROMA - Il futuro modello i5, previsto dalla casa tedesca BMW, potrebbe avere l'attuale tecnologia fuel cell a idrogeno della Toyota FCV Mirai. Secondo alcune indiscrezioni la BMW prevederebbe di mettere in produzione su una berlina i5 una versione modificata del sistema a celle di combustibile Toyota. La vettura servirebbe ad allargare la linea di prodotto ''i'' con un veicolo più ''pratico''. In un primo momento la futura i5 doveva diventare una concorrente (elettrica) della californiana Tesla Model S. La strategia della casa di Monaco avrebbe però cambiato direzione, grazie all'improvvisa rinascita dell'interesse per i modelli alimentati a idrogeno. Appare strano, però, che BMW senta la necessità di orientarsi sull'auto a idrogeno, dopo i consistenti investimenti nei modelli plugin. Di fatto le 'i' BMW hanno avuto un grande successo di critica, ma non è successo altrettanto nelle vendite. La condivisione della tecnologia sarebbe comunque la prima tappa importante della joint venture BMW-Toyota voluta per ridurre i costi di sviluppo e per ottenere maggiori economie di scala sui sistemi di propulsione alternativi condivisi tra le due case automobilistiche.

Sembra sia a buon punto anche il progetto per costruire un pianale di vettura sportiva a trazione posteriore pensato per le future Toyota Supra Coupé e BMW Roadster. La scelta strategica e la condivisione delle tecnologie permetterebbe alla BMW di offrire una gamma più ampia di veicoli a propulsione alternativa, ognuno con un diverso sistema propulsivo. Una BMW con celle di combustibile permetterebbe anche alla casa di Monaco di entrare in concorrenza con il gruppo Mercedes-Benz che nel 2017 distribuirà su alcuni mercati selezionati una versione della Classe B equipaggiata con tecnologia fuel cell alimentate ad idrogeno.

Sarà della partita anche l'Audi che lancia al salone di Los Angeles la sua A7 alimentata a idrogeno, altro competitor di rilievo nel 'salotto buono' dei veicoli con celle a combustibile. Lo scorso giugno, riferisce Reuters, i dirigenti BMW si sono incontrati anche con l'americana Tesla Motors, con l'obiettivo di cercare strategie per la diffusione delle auto elettriche e per una strategia comune sull'uso della rete di stazioni di ricarica Tesla. Se l'incontro tra Musk e i dirigenti BMW si potesse allargare anche a Toyota, diventerebbe l'occasione per 'ammorbidire' la forte tensione tra Toyota e Tesla. Infatti i suoi ingegneri e lo stesso Musk hanno sempre deriso l'alimentazione fuel cell di idrogeno Toyota, dopo la brusca rottura dei rapporti dovuta al fallimento del progetto condiviso Toyota-Tesla per la realizzazione della RAV 4 elettrica annunciata nel 2010.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA