Percorso:Motori > Eco Mobilità > Pronta concept Visio M, da Università Monaco, BMW e Daim

Pronta concept Visio M, da Università Monaco, BMW e Daim

Elettrica che stabilisce nuovi standard di efficienza e sicurezza

28 ottobre, 20:28
Pronta concept Visio M, da Universit Monaco, BMW e Daim Pronta concept Visio M, da Universit Monaco, BMW e Daim

ROMA - Presentata alla 7ma fiera della Mobilità Elettrica e Ibrida di Monaco, in Germania, la versione definitiva dell'ecologica concept elettrica Visio M, una piccola auto di linea gradevole che promette di offrire costi abbordabili, sicurezza, comfort, autonomia ragionevole e zero emissioni. Lo studio e lo sviluppo del progetto è di un gruppo di ricerca dell'Università Tecnica di Monaco di Baviera (TUM), che ha realizzato la nuova 'Eco-Auto' automobilistica insieme ad alcuni specialisti del settore automotive. Oltre alla TUM fanno infatti parte del progetto Visio M le case automobilistiche BMW AG e Daimler AG, i produttori di componenti Autoliv BV & Co. KG, Continental Automotive GmbH, Siemens AG, Texas Instruments Germany GmbH, TUeV SUeD AG e molti altri ancora. Il progetto è stato finanziato nell'ambito del programma di sostegno IKT 2020 con la priorità ''tecnologie chiave per la mobilità elettrica - POWER'' promosso dal Ministero federale dell'istruzione e della ricerca (BMBF), con una durata di 2 anni e mezzo con un investimento totale di 10,8 milioni di euro.

Il progetto di ricerca è nato perché le persone che valutano l'acquisto di un'auto elettrica, se possibile alimentata dall'energia delle fonti rinnovabili, è in costante aumento. Di fatto il piccolo veicolo Visio M stabilisce, a quanto riferisce il comunicato dell'Università Tecnica di Monaco di Baviera, nuovi standard in termini di efficienza e sicurezza. La Visio M vanta prima di tutto un design ergonomico in cui l'occhio del pilota è il nuovo punto di riferimento da cui sono partiti i ricercatori per la disposizione dei sistemi di sicurezza e individuare il miglior angolo di visuale per il controllo del traffico.

La gestione dei controlli è affidata a un touch screen centrale in posizione regolabile, per ottenere un'interazione uomo-macchina ottimale. Per garantire la massima sicurezza la Visio M dispone di una struttura monoscocca in plastica rinforzata con fibra di carbonio e materiali stratificati ultraleggeri ma di estrema robustezza. Inoltre una scansione a 360 gradi dell'ambiente circostante, mediante l'uso di sensori radar, permette di rilevare per tempo ogni situazione di guida critica. La vettura che vanta un'autonomia di circa 160 km, può ospitare due persone con i bagagli. Con soli 15 kilowatt di potenza la Visio M raggiunge la velocità di 120 km/h. Il design esprime un certo spirito sportivo, mentre le dotazioni comprendono sistemi di infotainment e navigazione con comandi di gestione al volante e sedili riscaldati. Il motore è alimentato da batterie che possono essere ricaricate in un tempo tra 3 e 4 ore da una presa di corrente domestica da 230 Volt. Il costo totale del veicolo e per il funzionamento, riferisce il comunicato dell'azienda, dovrebbe comunque essere inferiore a quello di un veicolo paragonabile, alimentato a carburanti fossili. Una delle caratteristiche basilari della Visio M, in termini di prestazioni e consumo energetico, è la leggerezza garantita dall'abitacolo in plastica, rinforzata con fibra di carbonio, e del tetto realizzato in alluminio. Infatti la Visio M priva di batteria non supera i 450 kg di peso totale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA