Percorso:Motori > Eco Mobilità > Bolloré, accordo con Renault per produrre Bluecar in Francia

Bolloré, accordo con Renault per produrre Bluecar in Francia

A partire dal secondo semestre 2015

09 settembre, 17:42
Bolloré, accordo con Renault per produrre Bluecar in Francia Bolloré, accordo con Renault per produrre Bluecar in Francia

ROMA - Il gruppo Bolloré e Renault hanno definito un accordo per produrre delle auto elettriche Bluecar, fino ad oggi realizzate solo in Italia, nello stabilimento di Dieppe, in Normandia. "E' una buona notizia per i 300 dipendenti del sito e anche per tutti i posti di lavoro indiretti associati", ha sottolineato il presidente della regione Alta Normandia, Nicolas Mayer-Rossignol in una nota. Le Bluecar sono oggi utilizzate principalmente per servizi di carpooling nelle grandi città, in testa Parigi, che lanciò per prima l'idea con l'Autolib, o riservati ai dipendenti di alcune grandi imprese che hanno bisogno di muoversi spesso, come la multinazionale dei servizi Atos. Con il lancio di questa nuova linea di produzione, Bolloré punta ad aumentare la diffusione anche tra i privati, e a preparare il terreno per il lancio di due nuovi modelli, progettati nel tecnocentro di Renault nella banlieue parigina, una decappottabile e una tre posti.

Dopo la sottoscrizione di una lettera d'intenti a settembre 2013 ora i Gruppi francesi Renault e Bolloré diventano partner per far progredire insieme l'auto elettrica. In base all'accordo lo stabilimento Renault di Dieppe (Seine Maritime, Francia) assemblerà veicoli elettrici Bluecar del Gruppo Bolloré dal secondo semestre 2015. Il sito è specializzato nelle piccole serie e produce attualmente la Clio IV R.S. e si prepara alla produzione della futura Alpine, che sarà commercializzata nel 2016. Dieppe potrà beneficiare del know-how del Gruppo Renault in tema di veicoli elettrici per acquisire le competenze specifiche al loro assemblaggio. Nello stabilimento sarà creato un distinto reparto di montaggio per la produzione di tali veicoli, permettendo così al Gruppo Bolloré di disporre di un impianto produttivo moderno e adatto alle sue esigenze, che gli consentirà di ottenere una significativa riduzione dei costi.

Altro step dell'intesa è la costituzione di una joint venture tra i Gruppi Renault e Bolloré tesa a conquistare e installare soluzioni complete di car-sharing di veicoli elettrici in Francia e in Europa. La Società apparterrà per il 30% al Gruppo Renault e per il 70% al Gruppo Bolloré. Nell'ambito di tale accordo, le reti di car-sharing di Lione (Bluely) e Bordeaux (Bluecub) proporranno ai propri clienti, dal secondo semestre 2014, la possibilità di utilizzare Twizy, veicolo elettrico dall'utilizzo versatile e complementare rispetto alla Bluecar, già disponibile a Lione e Bordeaux nella proposta di car-sharing. L'introduzione di veicoli Renault (Twizy e ZOE) nella flotta di car-sharing sarà progressiva, con l'obiettivo di raggiungere al più presto il 30% della flotta di veicoli elettrici messi in servizio.   

Infine, Il Gruppo Bolloré ha deciso di affidare a Renault uno studio di fattibilità centrato sulla progettazione, lo sviluppo e l'industrializzazione in uno stabilimento del Gruppo Renault in Francia di un'auto più piccola della Bluecar attuale (3 posti al posto di 4), che potrà accompagnare, in particolare, la crescita dei servizi di car-sharing. Tale veicolo potrà anche essere commercializzato presso privati, aziende e collettività. Il veicolo elettrico sarà dotato di una batteria LMP (polimeri di litio metallo) Blue Solutions, di una capacità di 20kWh. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA