Percorso: Motori > Auto e Istituzioni > Pedaggi Autostrade: Ancma, le moto paghino meno delle auto

Pedaggi Autostrade: Ancma, le moto paghino meno delle auto

Le tariffe non diversificate sono un'anomalia italiana

12 aprile, 20:21
Pedaggi Autostrade: Ancma, le moto paghino meno delle auto Pedaggi Autostrade: Ancma, le moto paghino meno delle auto

ROMA - ''L'aumento dei pedaggi autostradali, giustificati con la necessita' di assicurare ai gestori gli investimenti necessari alla manutenzione e messa in sicurezza, porta in evidenza l'incomprensibile allineamento dei pedaggi motociclistici a quelli delle auto. Non si considera il diverso apporto all'usura del manto stradale da parte dei veicoli a due e a quattro ruote''. Lo afferma Confindustria Ancma, evidenziando ''l'anomalia italiana in Europa'' In alcuni Stati del Vecchio Continente come Regno Unito, Norvegia, Danimarca e Repubblica Ceca, i centauri non sono soggetti al pagamento del pedaggio autostradale, spiega l'Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori. In altri Paesi come la Francia, l'Austria, la Grecia e la Turchia, invece, le tariffe per auto e moto sono diversificate e gli sconti per le due ruote vanno dal 30% fino al 50%. In Germania e Olanda, poi, le tariffe non sono diversificate, ma il pagamento e' richiesto solo in tratti specifici quali gallerie e ponti.

''Da tempo chiediamo che le tariffe di auto e moto vengano diversificate. Mettere sullo stesso piano veicoli che contribuiscono in modo ben diverso ai costi sostenuti dai gestori per la manutenzione della rete e' iniquo'', dichiara il presidente dell'Ancma, Corrado Capelli. ''Sulle autostrade A8 e A9 e' riconosciuto uno sconto del 70% alle auto che ospitano a bordo almeno quattro passeggeri: un analogo meccanismo potrebbe essere applicato ai veicoli a due ruote''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA