Percorso:Motori > Industria e Mercato > Per JD Power dealer Mercedes sono i più apprezzati negli Usa

Per JD Power dealer Mercedes sono i più apprezzati negli Usa

Nel 'mass market' Fiat batte i giganti Toyota, Volkswagen e Ford

17 novembre, 19:38
Un dealer Mercedes in Usa Un dealer Mercedes in Usa

ROMA - Gli automobilisti americani apprezzano il modo di proporre e vendere le Mercedes, il brand più 'votato' nell'edizione 2014 della ricerca 'Sales Satisfaction Index' (SSI) di JD Power che misura, appunto, la soddisfazione - e l'insoddisfazione - degli utenti in tutto il processo di scelta e acquisto di un'autovettura nuova.

La Stella a Tre Punte ha dominato con 761 punti la classifica Luxury Brand, guadagnandone 33 rispetto a quella dello scorso anno. Al secondo posto Infiniti, il marchio di lusso del Gruppo Nissan, con 749 punti, solo uno in più rispetto a Jaguar, terza classificata con 748 punti. Seguono Lexus (741), Porsche (738), Cadillac (732), Bmw (727) e Audi (726).

Nello studio SSI di JD Power del 2014 e relativo alla produzione di massa, per il quinto anno consecutivo la vittoria è andata alla Mini (727 punti) che ha preceduto Buick (726), Chevrolet (698) e GMC (696). Di grande soddisfazione per l'Italia il quinto posto del marchio Fiat (684) che con una gamma 'mono modello' negli Usa - la 500 - si è preso il lusso di battere giganti del calibro di Toyota (683), Honda (682), Volkswagen (682), Hyundai (681) e Ford (680).

JD Power realizza lo studio SSI attraverso 29.805 interviste fatte a clienti che hanno acquistato o avviato un leasing per un'auto nuova nei mesi di aprile e maggio 2014. La valutazione viene fatta in base a numerosi fattori. Nella 'soddisfazione' - ad esempio - sono al primo posto con il 17% l'attività fuori dalla trattativa (come gli eventi e le operazioni di marketing), le capacità e le caratteristiche del venditore (13%), il processo di consegna (11%) e le caratteristiche dei locali della concessionaria (10%). Nella 'insoddisfazione' passa al primo posto l'incapacità del venditore (21%), la non congruità del prezzo (8%), l'esperienza negativa della trattativa (8%), la varietà dell'inventario delle auto disponibili per la consegna (7%) e le caratteristiche dei locali di vendita (7%). Interessante la valutazione che gli automobilisti danno della modalità con cui i venditori mostrano il preventivo per il modello scelto: l'indice di soddisfazione più alto (82) riguarda l'uso del tablet o del computer portatile, seguito da una scheda stampata (805), da informazioni verbali (774) e da un 'memo' scritto a mano (764). 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA