Percorso:ANSA > Motori > Industria e Mercato > Fiat, vendite Viaggio in Cina oltre aspettative

Fiat, vendite Viaggio in Cina oltre aspettative

Dal lancio a meta' settembre sono 6 mila unita'

22 novembre, 20:35
Salone Auto Pechino: Fiat Viaggio Salone Auto Pechino: Fiat Viaggio

GUANGZHOU (CANTON) - ''Abbiamo venduto 6.000 Fiat Viaggio dalla meta' di settembre ad oggi, da quando abbiamo lanciato l'auto. E questo e' sopra le nostre aspettative. Speriamo di arrivare a 15.000 auto per la fine dell'anno.

Attualmente produciamo 200 vetture al giorno''. Lo ha detto oggi a Guangzhou, l'ex Canton, dove e' in corso il salone dell'automobile, Jack Chang, managing director della joint venture Gac Fiat, parlando della nuova vettura, la prima, che Fiat sta producendo nel nuovo stabilimento di Changsha. Quanto ha influito su questi numeri il crollo delle vendite delle auto giapponesi in seguito ai problemi tra Cina e Giappone sulle isole contese? ''Molto poco – continua Chang – se analizziamo i dati, la quota di diminuzione di vendite giapponesi non e' stata presa da altri. Stiamo costruendo la qualita', nient'altro che qualita'. I nostri clienti vogliono il marchio Fiat, i valori e la qualita' che porta. Stiamo traducendo in realta' lo slogan che ci siamo dati, 'La Vita e' Bella'. L'apprezzamento del marchio Fiat e' in forte ascesa. Chi compra auto giapponesi e' normalmente un tradizionalista, un impiegato. I nostri attuali clienti sono giovani smart, che riconoscono l'italianita' del brand e vogliono un'auto agevole, per il lavoro e il tempo libero''. E il successo della Viaggio con la maggiore conoscenza di Fiat, sta portando anche ad un apprezzamento della Freemont che, insieme alla Cinquecento e alla Bravo, vengono importate e vendute in Cina.

Fiat al momento conta su 110 dealer in Cina e conta di aumentarli presto. A Guangzhou ha presentato un servizio di assistenza, 'Elite Service', che intende ''essere vicino 24h su 24h – spiega Chang – ai nostri clienti con servizi riservati, call center sempre attivo, assistenza sulla strada per terze parti, una assistenza in dieci punti per le nuove auto oltre alla regolare garanzia di tre anni o 100.000 km. Ma Elite, che vuole far sentire la Fiat dal cuore, diventera' anche un club, una associazione per proprietari di Fiat in Cina''. Per quanto riguarda la fabbrica di Changsha, secondo Chang, al momento non ci sono piani in tempi rapidi per aprire altre linee o per portare la Viaggio fuori. ''La piattaforma puo' essere trasformata, la nostra fabbrica potrebbe farlo, ma al momento vogliamo localizzare, che e' la chiave del successo in Cina''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA