Percorso:ANSA > Motori > Industria e Mercato > Marchionne, male mercato auto Europa. Nel 2012 nuovo calo

Marchionne, male mercato auto Europa. Nel 2012 nuovo calo

Fiat-Chrysler punta a 4,1-4,4 milioni vendite nel mondo nel 2012

04 aprile, 21:08
Marchionne, male mercato auto Europa. Nel 2012 nuovo calo Marchionne, male mercato auto Europa. Nel 2012 nuovo calo

ROMA - ''Le prospettive del mercato dell'auto in Europa per il 2012 non sono incoraggianti. Anzi e' previsto un ulteriore calo, il quinto consecutivo''. Lo ha affermato Sergio Marchionne, durante l'assemblea degli azionisti, aggiungendo che ''quest'anno e' previsto un calo del mercato dei veicoli commerciali del 3,5%, con una contrazione piu' marcata in Italia pari al 10%''. Il problema principale continua ad essere quello della sovraccapita' produttiva e Marchionne preferisce che sia l'Unione Europea ad assumersi il compito di coordinare gli interventi per non creare dislivelli tra Paese e Paese. "Stiamo cercando di capire la posizione dei tedeschi ma non voglio che questa diventi una posizione dei Paesi del Club Med contro il resto dei produttori europei". Ha ha detto ai giornalisti l'ad della Fiat, che è anche presidente di turno dell'Acea, sulle diverse posizione dei costruttori europei sul modo in cui affrontare il problema. "L'Acea non ha preso una posizione - ha ricordato - è una discussione difficile, ci ritorneremo la prossima settimana all'assemblea generale dell'Acea". Secondo Marchionne, "i tedeschi non vedono la necessità di un intervento europeo, altri invece ritengono utile un coordinamento. Io continuo a lavorare con i miei colleghi.

Nessuno può negare che la sovraccapacità esiste. Possiamo discutere su quale sia il miglior metodo per risolverlo. Farlo in maniera non coordinata é un'opzione, ma io preferisco che l'Unione Europea si assuma il compito di coordinare per non creare dislivelli tra Paese e Paese". L'amministratore delegato ha negato che sia previsto lo spin off di Maserati e Ferrari.

''No, ci tengo che stiano nel gruppo'', ha risposto ad una domanda, e ha detto di puntare ''al break even delle attivita' in Europa nel 2014''.

Sul tema alleanze Marchionne ha detto che ''Fiat costruirà la prima vettura in Russia nel 2013, mentre in Cina l'avvio della produzione sarà a metà 2012''. Ha poi confermato ''che il gruppo continua a esaminare nuove opportunità di collaborazione con nuovi e potenziali partner in Asia'' e che "con Chrysler Fiat punta a vendere nel 2012 4,1-4,4 milioni di auto nel mondo", spiegando che quest'anno sono previsti 19 nuovi modelli e aggiornamenti. In Usa, invece, e' stata ''completata la rete di distribuzione della 500''. ''Abbiamo ora oltre 140 concessionari. Stiamo spingendo commercialmente la 500 - ha aggiunto - per spiazzare la Mini. Voglio vendere almeno una 500 in piu' della Mini e sono gia' tre mesi consecutivi che riesco a conquistare il primato in un segmento piccolo ma importante''.

L'ad di Fiat ha poi ricordato che alla fine del 2013 arrivera' in Usa la 500L, dopo il lancio di quest'anno in Europa.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati