Percorso:ANSA > Motori > Norme e Sicurezza > Airbag

Airbag

24 novembre, 18:11

Caratteristiche

L'airbag è un "pallone" di forma piatta che viene istantaneamente gonfiato appena inizia l'urto, fuoriuscendo da un apposito vano dotato di coperchio, dalla parte centrale dello sterzo se dal lato guidatore e dal cruscotto se dal lato passeggero. La sua funzione fondamentale, soprattutto negli urti a velocità maggiori, è di impedire il contatto della testa o e del volto dei trasportati con il volante od il cruscotto. Infatti, anche se il torace, il bacino e le gambe sono trattenuti dalla cintura di sicurezza, la testa rimane libera di muoversi in avanti e verso il basso.

airbag

L'airbag è costituito da:

un sensore che rileva la decelerazione brusca dovuta ad un impatto; una centralina che riceve il segnale, lo elabora ed invia il comando di accensione al detonatore;
un detonatore od innesco, il quale accende le sostanze contenute nella capsula esplosiva;
una capsula esplosiva, contenente sostanze la cui accensione sviluppa una grande quantità di gas che va a gonfiare il "sacco";
il "sacco", di materiale sintetico robusto, impermeabile ai gas ma dotato di fori nella parte posteriore.

Con l'accensione, si realizza un'esplosione che gonfia il "sacco" proprio mentre la testa e, parzialmente, il torace di chi è seduto davanti si sta avvicinando. Ma subito dopo comincia a sgonfiarsi attraverso i fori di cui è dotato il sacco, attutendo nel frattempo l'impatto di quelle parti sul volante o sul cruscotto. Il meccanismo d'azione è visibile da un crash-test realizzato dall' IIHS.

Tipologie di airbag

Oltre agli airbags per i posti anteriori, descritti sopra, vi sono airbag per i posti posteriori (fuoriescono dagli schienali dei posti anteriori), laterali (escono da vani delle portiere), superiori (escono dai montanti superiori dei vani porta). Oltre che per la forma del "sacco", si differenziano per la diversa taratura del sensore ed il suo diverso posizionamento. Quelli per i posti anteriori e posteriori hanno il sensore alla base del parabrezza, sono innescati da urti anteriori superiori ai 15-20 km/h e che avvengono in un "cono" di circa 20 gradi rispetto alla direzione di marcia; pertanto, rimangono insensibili rispetto ad urti laterali o posteriori; il contrario avviene per gli airbag laterali. Nei veicoli fuoristrada la taratura dei sensori tiene conto delle particolari possibili condizioni d'impiego; tuttavia, non è escluso che, in determinate situazioni, l'airbag possa ugualmente innescarsi.

L'airbag non è un dispositivo obbligatorio sui veicoli; se il veicolo è dotato di airbag occorre tenere allacciata la cintura di sicurezza. L'airbag non sostituisce la cintura di sicurezza, ma ne migliora l'azione protettiva impedendo che la testa o il tronco urtino violentemente contro parti interne dell'abitacolo.

Cautele

L'airbag si gonfia grazie ad una vera e propria esplosione, anche abbastanza violenta. L'apertura accidentale dell'airbag (per frenate, scossoni violenti o accumulo di cariche elettrostatiche) è scongiurata dalla accurata taratura in fabbrica dei sensori e dal rispetto di precise norme e test di compatibilità elettromagnetica di tutti i dispositivi. Non possono naturalmente essere esclusi i difetti di fabbricazione, ma soprattutto occorre estrema cautela in tutti i lavori che richiedono interventi sull'impianto elettrico o che potrebbero implicare lo smontaggio di sue parti. E' inoltre opportuno avvertire esplicitamente dell'esistenza di airbag chi deve eseguire particolari interventi (saldature ad arco su parti del veicolo, esposizione prolungata ad alte temperature in forni di essicazione), per l'adozione delle eventuali precauzioni. L'esplosione non necessaria dell'airbag implica la sostituzione di componenti piuttosto costosi.

Occorre inoltre tener presente che se la fase espansiva dell'airbag avviene mentre gli si è molto vicini (orientativamente, dai 20 ai 30 cm), le lesioni possono limitarsi ad abrasioni, ma talvolta possono anche essere serie. Naturalmente, in caso di incidente, tale svantaggio è compensato dai benefici del dispositivo, che comunque deve essere considerato come ausilio e mai come sostituto della cintura di sicurezza. E' opportuno quindi adottare le seguenti precauzioni:

non sedersi troppo vicino al volante od al cruscotto: occorre dare all'airbag tutto lo spazio necessario per espandersi, tenendo conto che gli airbag per i passegggeri sono più grandi di quello del conducente; allacciare sempre la cintura di sicurezza; solo in questo modo l'airbag può dare il massimo dei benefici senza eccessivi inconvenienti; fra l'altro, l'uso della cintura impone il mantenimento di una posizione compatibile con l'espansione senza rischi dell'airbag;
non tenere i bambini in piedi davanti agli airbag anteriori o posteriori: oltre che illegale (i bambini vanno trattenuti con gli appositi dispositivi) sarebbe estremamente pericoloso per loro;
non coprire il vano che ospita l'airbag con oggetti (che al momento dell'esplosione diventerebbero proiettili); non viaggiare con i piedi appoggiati sul cruscotto: oltre che di per sé insicuro in caso di incidente, l'esplosione dell'airbag produrrebbe gravi lesioni;
evitare il più possibile di collocare i bambini, anche se negli appositi dispositivi di ritenuta per bambini, di fronte ad un airbag: allontanate il sedile il più possibile dal vano dell'airbag;
non mettete mai un bambino su un seggiolino rivolto in senso contrario alla marcia collocato su un sedile di fronte al quale è presente un airbag: le lesioni potrebbero essere molto gravi; collocate il seggiolino sul sedile posteriore e, se anche questo è dotato di airbag, in posizione centrale; è opportuno tenere le mani sul volante in modo che non si trovino sulla traiettoria dell'airbag; ad esempio, i pollici dovrebbero essere tenuti verso l'esterno, e le braccia non "incrociate" sul volante.

L'esplosione dell'airbag diffonde nell'abitacolo notevoli quantità di "fumo", che in realtà è il prodotto della combustione dell'esplosivo contenuto nella capsula. Non è tossico ma può produrre momentanee irritazioni alle mucose.

Nuovi tipi di airbag "intelligenti" sono in grado, attraverso sensori collocati sul sedile e nell'abitacolo, di rilevare la presenza o meno di passeggeri, di "predire" la gravità dell'impatto e, di conseguenza, di attivare solo gli airbag necessari, modulandone inoltre la potenza. In alcuni tipi di airbag la centralina di comando contiene un "modulo di memoria" che registra decelerazione e velocità al momento dell'innesco: i dati possono essere prelevati e letti da apposite apparecchiature, consentendone l'uso per la ricostruzione di alcuni aspetti dell'incidente.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati