Percorso:Motori > Componenti & Tech > Accordo ZF e Levant Power per Sospensioni Recupero Energia

Accordo ZF e Levant Power per Sospensioni Recupero Energia

La mobilità su strade dissestate genera elettricità per l'auto

02 settembre, 21:51
Accordo ZF e Levant Power per Sospensioni Recupero Energia Accordo ZF e Levant Power per Sospensioni Recupero Energia

ROMA - Siglata una partnership tra la ZF e la Levant Power, con sede in Massachusetts, USA, per lo sviluppo del GenShock, il 'primo sistema al mondo di sospensioni completamente attive per il recupero dell'energia'. La Levant Power, riferisce CarandDriver, ha trascorso gli ultimi anni cercando di rendere efficace la tecnologia. La convinzione dell'azienda del Massachusetts è che il recente accordo con la ZF renderà efficace il sistema per il mercato della componentistica. Sebbene l'idea non sia nuova, la ZF sostiene che il progetto è abbastanza semplice da poter diventare redditizio nella produzione di volume. Il centro del sistema GenShock comprende una valvola di nuova concezione con una propria unità di controllo, un motore elettrico e una pompa ad ingranaggi elettroidraulica che monta all'esterno una serranda ZF. Il flusso d'olio nell'ammortizzatore è regolato per offrire massimo comfort, sicurezza e prestazioni, con una resa simile alle tradizionali sospensioni attive.

Con il GenShock il recupero di energia avviene automaticamente quando il movimento alternato della serranda, attivato dalle vibrazioni delle ruote durante la mobilità dell'auto, fa defluire l'olio, azionando il motore elettrico della pompa-generatore. L'energia cinetica viene così convertita in energia elettrica che viene trasferita nella rete elettrica di alimentazione del veicolo.

L'effetto è più efficace, fa notare la ZF, quando si cammina su strade dal fondo particolarmente dissestato, situazione da noi alquanto comune. In un momento in cui numerose case automobilistiche offrono propulsori ibridi, per i quali le frenate rigenerative sono diventate un supporto importante, era quasi inevitabile che i sistemi di sospensione sarebbero stati reingegnerizzati per adottare una funzione così efficiente.

La nuova tecnologia potrebbe essere di vitale importanza nel settore degli autotrasporti. Sembra infatti che gli assali di maggiori dimensioni siano in grado di fornire la massima raccolta di energia. Se sarà diffusa l'adozione del GenShock nel settore delle tecnologie, come l'induzione forzata e l'iniezione diretta, servirà ad indicare che con i veicoli potrebbe essere raccolta l'energia anche da infrastrutture fatiscenti come le strade del nostro paese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA