Percorso:Motori > Componentistica > Vecchie gomme diventano strade, muri e morbidi pavimenti

Vecchie gomme diventano strade, muri e morbidi pavimenti

Ecopneus presenta a Ecomondo 'secondi' usi penumatici riciclati

22 ottobre, 20:06
Vecchie gomme diventano strade, muri e morbidi pavimenti Vecchie gomme diventano strade, muri e morbidi pavimenti

ROMA - Dal 2011 quasi 560 mila tonnellate di pneumatici fuori uso (i cosidetti Pfu) raccolti e mandati a recupero; nel solo 2013 le tonnellate di Pfu raccolte sono state 247 mila. Questi i numeri di Ecopneus - la società senza scopo di lucro che gestisce rintracciamento, raccolta, trattamento e recupero finale dei Pneumatici fuori uso - che rappresenta circa il 70% del mercato del ricambio di pneumatici in Italia e che punta a far conoscere le qualità delle vecchie gomme per altre applicazioni.

E per far 'toccare con mano' il lavoro e l'utilità della gomma riciclata da Pfu, Ecopneus porterà uno 'spazio sensoriale' ('Guarda, tocca, ascolta la gomma riciclata') a Ecomondo, la Fiera internazione sullo sviluppo eco-sostenibile in programma a Rimini a novembre. Nello spazio messo a punto da Ecopneus sarà possibile guidare una macchina virtuale per sentire la differenza, per esempio, tra l'asfalto tradizionale e quello modificato con la polvere di Pfu (più drenante e miglior frenata); sarà anche possibile entrare in un appartamento insonorizzato grazie al Pfu oppure sperimentare gli usi che se ne può nelle pavimentazioni sportive (maggior assorbimento degli urti).

Lo spirito, osserva Giovanni Corbetta, direttore generale di Ecopneus, è proprio quello di "far conoscere le qualità del riciclo della gomma da Pfu e il suo impiego nei manti stradali, nelle pavimentazioni sportive e nell'edilizia".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA