Percorso:ANSA > Motori > News dalle Aziende > Sicurezza stradale, in 3.500 a 1/a tappa Villaggio Michelin

Sicurezza stradale, in 3.500 a 1/a tappa Villaggio Michelin

Apertura a Salerno con 1.100 baby-partecipanti al bike ride

04 aprile, 17:21
Sicurezza stradale, in 3.500 a 1/a tappa Villaggio Michelin Sicurezza stradale, in 3.500 a 1/a tappa Villaggio Michelin

SALERNO - Record di presenze a quota 3.500 con 1.100 partecipanti al Bike ride ed oltre settecento persone che si sono sottoposti al test dell'etilometro e alla prova con gli occhiali distorcenti. Questi i numeri registrati alla tappa di apertura del Villaggio Michelin per la sicurezza stradale, iniziativa itinerante che ha preso il via oggi da piazza Concordia a Salerno. Il Villaggio, allestito con il patrocinio del Comune di Salerno e di Salerno Mobilita', ha impegnato i bimbi dai 2 ai 11 anni in una serie di attivita' ludiche e sportive volte ad educare alla corretta guida e ad insegnare il significato dei principali cartelli stradali. ''In questo modo - ha spiegato Luca Cascone, assessore comunale alla Mobilita' - e' possibile avviare una formazione virtuosa partendo dai piu' piccoli. Il comune di Salerno e' in prima linea nella promozione della sicurezza stradale, attraverso un'attivita' preventiva e repressiva, e l'iniziativa di oggi conferma l'interesse di questa citta' per una mobilita' sicura e sempre piu' ecosostenibile''. Le biciclette sono state al centro dell'iniziativa con tre sessioni di 'bike ride', precedute da alcune lezioni teoriche sulla segnaletica e sulle norme di sicurezza. Per i piccoli dai 2 ai 4 anni e' stato allestito invece un baby corner per attivita' ludiche e pratiche sportive. All'interno del villaggio spazio anche per la Polizia di Stato che con il suo stand ha dato la possibilita' ai giovani di conoscere i veri pericoli della strada. ''Ogni sabato ritiriamo circa 9-10 patenti per la guida in stato di ebbrezza - ha spiegato Antonio De Somma, ispettore di polizia - ma gia' da qualche tempo abbiamo notato una inversione di rotta con i giovani sempre piu' consapevoli dei possibili rischi che si corrono se si decide di guidare dopo aver assunto alcol. Inoltre la patente a punti ed i limiti per i neopatentati rappresentano un ottimo deterrente a favore della sicurezza stradale''. Dai dispositivi di controllo elettronico della velocita', a quelli per la difesa personale, e ancora ai rilevatori di microchip per animali, nell'area espositiva della polizia Municipale c'e' stato spazio anche per un percorso con speciali occhiali a lenti distorcenti: indossando gli occhiali che simulano lo stato di ebbrezza, i genitori e i ragazzi piu' grandi hanno seguito un percorso a piedi con ostacoli rendendosi conto degli effetti che puo' avere l'alcol sull'organismo.

Grande attrazione del Villaggio e' stato il simulatore di guida con la possibilita' di testare le condizioni di guida con pneumatici sottogonfiati. E sull'importanza del gonfiaggio degli pneumatici si e' focalizzata la sezione 'Piu' Aria meno Carburante' dove gli automobilisti hanno avuto la possibilita' di controllare la pressione dei propri pneumatici.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati