Latte:contro intolleranze linea 'made in Molise'in 4 regioni

A tavola voglia di leggerezza e cibi freschi

Redazione ANSA

TERMOLI (CAMPOBASSO) - Stop a intolleranze e cattiva digestione. A tavola arrivano i latticini anche per lo stomaco più delicato. Il tutto 'made in Molise'. I nuovi prodotti senza lattosio, dallo stracchino alla ricotta ma anche alla mozzarella già tagliata e pronta per essere cotta sulla pizza, sono stati presentati allo stabilimento della Del Giudice a Termoli (Campobasso) nel corso di un evento dedicato alla salute a tavola. I nuovi prodotti 'delattosati', che saranno riconoscibili grazie all'etichetta viola studiata appositamente, saranno commercializzati da fine novembre in Abruzzo, Campania, Molise e Puglia.

"Oggi raccontiamo una buona pratica di tradizione e innovazione", ha detto il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura sottolineando lo "spirito di squadra e di gruppo che caratterizza questa azienda. Oggi, pensare che la quantità di latte prodotto in Molise aumenta malgrado si sia passati da tremila a mille aziende zootecniche, da una parte ci rende onorati dall'altra parte però ci impegna a capire cosa fare. Il trasformato del latte è tre volte superiore alla quantità di latte prodotto in questa regione. E allora - ha proseguito Frattura - se davvero parliamo di made in Molise, sta a significare che ci caratterizziamo per avere determinato con premialità vere questo rapporto forte tra produzione e trasformazione di ciò che accade nel Molise per le capacità produttive del Molise e nelle regioni vicine".

"Le abitudini degli italiani a tavola stanno evolvendo verso un nuovo motto: 'less is more': leggerezza, prodotti naturali freschi e a km zero. Una sorta di ritorno al passato ma con un occhio attento alle novità, ai cibi salutistici, all'utilizzo di alimenti facilmente digeribili", ha affermato Erika Del Giudice, responsabile marketing e pubbliche relazioni dell'azienda produttrice di latte e derivati. "Dopo il lancio nel centro sud Italia del latte bio - ha proseguito - ora siamo pronti ad una nuova sfida. I nuovi alimenti sono destinati alle persone che soffrono di intolleranze alimentari ed a coloro che prediligono cibi leggeri ma gustosi".

L'aumento delle intolleranze alimentari nella popolazione, secondo studi recenti, si attestato dal 15 al 30 per cento. A livello di abitudini, invece, secondo i dati resi noti in conferenza stampa, si mangia la stessa quantità di cibo degli anni '70 ma la dieta alimentare è nettamente cambiata. Quello che cresce maggiormente è il segmento del cibo Bio (+ 20% all'anno) "perché buono, sano, rispettoso dell'ambiente"; a seguire crescono i cibi "della rinuncia" (vegetariani, vegani, senza lattosio, light) e i cibi etnici. Il mercato del Latte Fresco presenta un trend leggermente decrescente (-3 %). Di contro il segmento del Latte Fresco Bio è in crescita (+5%) e +7% per quello del latte Delattosato; il segmento delle bevande vegetali cresce molto (+23%).

E il settore del latte senza lattosio è quello che crescerà ulteriormente. Questo grazie alla ricerca. "Ricerca e innovazione, insieme al programma comunitario, costituiranno i punti forti dell'azione regionale", ha detto l'assessore allo Sviluppo Economico, Carlo Veneziale. Mentre l'assessore all' agricoltura, Vittorino Facciolla considera prioritario "investire sulle innovazioni di prodotto e di processo. Immagino e spero che questa impresa voglia continuare su questo percorso".

Presenti all'incontro la rappresentante nazionale di Assolatte, Paola Parziale, e il medico specialista Ezio Camillo Di Flaviano, primario del reparto di riabilitazione alimentare del Policlinico di Abano Terme. Un saluto è arrivato dal sindaco di Bari, Antonio Decaro: "Auspico che questa operazione incontri il gradimento dei consumatori confermando l'importanza del marchio in Abruzzo, Molise, Puglia, Lazio e Campania". E un messaggio di incoraggiamento è arrivato anche dal Presidente nazionale di Assolatte, Giuseppe Ambrosi.

Protagonista di uno dei momenti qualificanti dell'evento il campione di corsa campestre, Andrea Lalli, che si è rapportato con i ragazzi del Foggia Football Club sull'importanza dell' alimentazione e lo sport, senza rinnegare il latte e i derivati.

Al termine cooking-show dello chef Nicola Vizzarri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: