Allarme Uil,Molise rischia cancellazione

Boccardo, manca piano complessivo strategico di sviluppo

(ANSA) - CAMPOBASSO, 5 NOV - "Tanti molisani continuano a fuggire, crollano gli investimenti pubblici, molti giovani non terminano gli studi e quanti li concludono vanno a spendere i loro titoli altrove. Non si può più aspettare che un dramma socio economico si trasformi in tragedia". Così la segretaria regionale della Uil Molise Tecla Boccardo, commenta gli ultimi dati diffusi dallo Svimez. "Occorre una forte politica di rilancio dello sviluppo del Sud, in grado di riequilibrare le differenze territoriali aumentando gli investimenti e portando a spendere presto e bene le risorse dei fondi comunitari. Anche perché l'abbandono del Sud ha limitato la velocità di crescita del Nord". "Da mesi - spiega la sindacalista - recriminiamo l'assenza di un piano complessivo strategico di sviluppo, di un'idea forte che si basi su un progetto che vada al di là di qualche spot. Assistiamo a qualche iniziativa isolata e non coordinata, a tanti proclami, ma quando arrivano i numeri, nessuno può confutarli". "Speriamo che il Contratto istituzionale di sviluppo (Cis), accanto alle misure annunciate dai vari ministri competenti a favore del Mezzogiorno, possa dare quel sussulto anche al nostro territorio. Stiamo davvero al bivio - conclude Boccardo - a quel bivio dove non si dovrebbe mai arrivare: sopravvivenza di una regione o sua totale cancellazione". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere