Mafia: Occhionero, Nicosia? Amareggiata

'Quello che si legge nelle intercettazioni vergognoso'

(ANSA) - ROMA, 4 NOV - "Ringrazio la magistratura e le forze dell'ordine per lo straordinario lavoro di contrasto alla mafia.
    Da ciò che emerge dalle notizie riportate sui giornali quello che diceva e scriveva Nicosia era ben lontano dalla verità, arrivando a veicolare messaggi mafiosi per conto dei detenuti.
    Quello che si legge nelle intercettazioni è comunque vergognoso e gravissimo". Lo dichiara la parlamentare di Italia Viva Giuseppina Occhionero, commentando l'arresto del suo collaboratore Antonello Nicosia. "La collaborazione con me - prosegue - durata solo quattro mesi, era nata in virtù del suo curriculum, in cui si spacciava per docente universitario oltre che di studioso dei diritti dei detenuti. Non appena ho avuto modo di rendermi conto che il suo curriculum e i suoi racconti non corrispondevano alla realtà - spiega - ho interrotto la collaborazione. Le visite in carcere peraltro sono parte del lavoro parlamentare a garanzia dei diritti sia dei detenuti sia di chi vi lavora. Ora sono profondamente amareggiata".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere