Iresmo, Toma 'valuteremo se mantenerlo'

Presentato programma triennio, bandi di ricerca e premio

(ANSA) - CAMPOBASSO, 24 SET - Più tecnologico, pronto a fare rete con altre istituzioni culturali, più proiettato nel territorio. Parte la nuova attività dell'Istituto regionale per gli studi storici del Molise (Iresmo). Presentata alla stampa la road map per il prossimo triennio da parte del presidente Nella Rescigno e del presidente del Comitato scientifico Giuseppe Pardini, presente il governatore Donato Toma. Tra le novità bandi di ricerca e l'istituzione di un premio intitolato allo studioso Giorgio Palmieri, prematuramente scomparso, da assegnare a un giovane ricercatore. Cauto sulla nuova programmazione Toma che ha evidenziato la scarsa attività, dovuta anche a minori finanziamenti regionali, registrati dall'Istituto dal 2013, da non imputare però alla nuova governance insediatasi a inizio 2018. "Non posso dire se manterremo in vita l'Iresmo o lo chiuderemo - ha detto - Oggi c'è un programma delle attività più dettagliato, plaudo a queste iniziative, ma bisogna vedere se la squadra funzionerà e su questo saremo molto attenti". Il governatore ha poi annunciato che sottoporrà nei prossimi giorni all'attenzione della Giunta il 'caso' per decidere se l'Istituto "va finanziato, ripensato o eventualmente chiuso. A noi la storia serve, ma deve essere quella spendibile per il futuro". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere