• Bando periferie:sindaci Molise,cancellate nostre aspettative

Bando periferie:sindaci Molise,cancellate nostre aspettative

Dura presa posizione primi cittadini Campobasso e Isernia

(ANSA) - CAMPOBASSO, 5 SET - Alzata di scudi dei sindaci di Campobasso e Isernia, Antonio Battista (Pd) e Giacomo D'Apollonio (Centrodestra) sull'ipotesi congelamento dei fondi destinati alla riqualificazione delle periferie urbane. Oggi a Campobasso un incontro per parlare dell'argomento insieme ad amministratori locali, associazioni e parti sociali. Duro il giudizio del primo cittadino di Campobasso: "Sono d'accordo con il presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, è un furto con destrezza, generato di notte al Senato, rompendo così un patto di lealtà tra istituzioni. È stato - ha aggiunto - un delitto perpetrato contro le periferie d'Italia. Se alla Camera dovesse passare l'emendamento al Milleproroghe, vengono eliminati circa 42 mila posti di lavoro con investimenti che in Italia arriverebbero, utilizzando il coefficiente di moltiplicazione della mobilità delle risorse finanziarie, fino a 9 miliardi di euro. Contiamo - ha concluso - sulla sensibilità dei deputati". Sulla stessa lunghezza d'onda il sindaco di Isernia. "Adesso vengono meno delle aspettative legittime - ha detto - peraltro anche con impegni già presi dai Comuni. Per il nostro territorio - ha aggiunto - tutto questo sarebbe molto grave, si tratta di un finanziamento molto robusto intorno al quale abbiamo costruito importanti progetti di riqualificazione della aree, per noi - ha concluso - significherebbe abbandonare un percorso fondamentale che dava speranze. C'è un'altra parte del Parlamento che deve decidere - ha concluso - confidiamo nel senso di responsabilità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere