Dopo fiaccolata, messa per San Giuliano

Oggi cerimonia solenne con ex Procuratore di Larino, Magrone

(ANSA) - SAN GIULIANO DI PUGLIA (CAMPOBASSO), 1 NOV - Silenzio, preghiera, ricordo. La messa solenne celebrata oggi nella chiesa madre di San Giuliano di Puglia dal parroco del paese, Don Pietro Cannella, davanti alla popolazione riunita nel luogo sacro, ha chiuso la commemorazione dei 27 bambini e della maestra morti nel crollo della scuola Jovine, il 31 ottobre del 2002. A prendere parte alla celebrazione religiosa, l'ex Procuratore capo di Larino Nicola Magrone, oggi sindaco di Modugno (Bari) che ogni anno torna a San Giuliano per salutare l'intera comunità. Magrone fu il pm del processo di primo grado sul crollo della scuola ed è rimasto molto legato alle famiglie del paese.
    Ieri sera, alle 20, la comunità si è ritrovata nel parco della Memoria, dove sorgeva l'elementare, da dove è partita la fiaccolata che ha attraversato tutto il paese verso il palazzetto dello sport per concludersi nel cimitero. La candele hanno illuminato tutta San Giuliano e il messaggio delle famiglie è stato unico: la sicurezza delle scuole.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere