M5S, insegnanti costrette a collette

Assessore, non è vero, il materiale c'è

(ANSA) - CAMPOBASSO, 6 OTT - Due visioni opposte: da una parte il M5S che con una mozione in Consiglio comunale a Campobasso cerca 'alleati' per affrontare il problema della fornitura di materiale alle scuole di competenza comunale, dall'altra, la maggioranza guidata dal sindaco Antonio Battista (Pd), che evidentemente non la pensa così. Risultato: la mozione viene bocciata, ma la questione resta aperta."In Consiglio comunale l'assessore Emma de Capoa - spiegano i Cinquestelle - ha dichiarato che non risulta affatto che gli insegnanti debbano fare collette, che le dirigenze organizzino mercatini o che si valutino sponsorizzazioni per far fronte agli acquisti di materiale nelle scuole". Poi aggiungono: "È stucchevole che non ci si renda conto e si arrivi a negare una prassi che oramai è diventata una regola. Ed è grave che si dica che, a monte di quanto avviene, c'è la valutazione tra assessore e dirigenti scolastici che, sulla base di indicazioni di priorità, hanno deciso ogni volta di soprassedere sul finanziamento di queste spese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere