Sanità, nel 2015 Molise più indebitato

1.735 euro quota pro capite,Abruzzo passivo pro capite a 488 euro

(ANSA) - CAMPOBASSO, 16 SET - Nel 2015 su ogni cittadino molisano ha pesato un debito di 1.735 euro quale quota pro capite relativa al passivo accumulato dal Sistema sanitario regionale, 541,4 milioni di euro, nei confronti di fornitori. Emerge da uno studio della Cgia su dati della Corte dei Conti.
    Molise, dunque, maglia nera nella classifica nazionale seguito da Lazio (644 euro), Calabria (562), Campania (518) e Abruzzo (488), tutte regioni in Piano di rientro. La più virtuosa, le Marche (97 euro). Dall'analisi spicca anche un altro dato: dal 2011 al 2015 il debito complessivo ha fatto registrare un incremento del 39,7%, passando dai 387,5 mln (2011) ai 541,4 del 2015. L'anno scorso la peggiore pagatrice è stata l'Azienda sanitaria regionale del Molise che ha saldato i fornitori con un ritardo medio ponderato di 390 giorni. Per quanto concerne i tempi medi di pagamento praticati nel 2016 e riferiti alle sole forniture di dispositivi medici (fonte Assobiomedica), in Molise il saldo di fattura è avvenuto mediamente dopo 621 giorni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere