Percorso:ANSA > Mare > Nautica e Sport > Vela:Napoli,giù barriere architettoniche,ecco corsi disabili

Vela:Napoli,giù barriere architettoniche,ecco corsi disabili

Marina Militare ospita "Velantariato": già 90 ragazzi iscritti

11 ottobre, 14:56
(ANSA) - NAPOLI, 11 OTT - La vela accessibile ai disabili sarà possibile oggi anche a Napoli, nella sede della sezione Velica della Marina Militare, grazie al progetto "Velantariato", nato per iniziativa dell'associazione "Peepul Onlus". L'iniziativa, già attiva dal 2005 a Pozzuoli, sbarca a Napoli dopo che nella base velica della Marina Militare di via Acton al Molosiglio sono state abbattute le barriere architettoniche per garantire l'accessibilità, la piena fruizione e maggiore comodità d'accesso per i disabili motori che si muovono solo in sedia a rotelle. Il tutto grazie a un accordo di collaborazione con il Comando Logistico della Marina Militare, firmato nel dicembre del 2015, e con il contributo di Enel Cuore: nella base si entra ora anche con un montascale, mentre all'interno sono stati realizzati i lavori per l'adeguamento dei locali igienici ed è stata istallata una pedana elevatrice per l'accesso alla banchina per superare il dislivello di circa 3 metri. "Siamo un esempio virtuoso e duraturo in tutta Italia - dice Ileana Esposito Lepre, presidente Peepul - sia come scuola vela affiliata FIV sia come CASP quale Centro di Avviamento Sportivo Paraolimpico riconosciuto dal Comitato Italiano Paraolimpico.

Non è facile portare avanti questa attività per gli elevati costi di gestione che riusciamo a sostenere solo grazie alla continua partecipazione a bandi pubblici".

Parte così il progetto "Velantariato", finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, vuole diffondere un nuovo modo di intendere il rapporto tra sport e volontariato: un modello socio-sportivo, si legge in una nota, aperto a tutti, costruttore di cittadinanza, partecipazione, legami interpersonali, formazione umana, integrazione e coesione sociale. Ma punta anche a formare i futuri campioni paralimpici: i primi risultati sono giunti nell'ultimo Campionato Italiano Classi Olimpiche di Formia, dove gli atleti per la classe 2.4mR Stefano D'Alessio e Anna Bari si sono classificati secondo e terza nella graduatoria Ifds. Alle lezioni parteciperanno circa 90 ragazzi e le iscrizioni restano aperte fino al raggiungimento di 180 allievi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: