Percorso:ANSA > Mare > Porti e Logistica > Infrastrutture: Mondini, integrazione porto-città rischia

Infrastrutture: Mondini, integrazione porto-città rischia

Risolvere problemi e andare avanti ora che ci sono condizioni

18 giugno, 13:26
(ANSA) - GENOVA, 18 GIU - "A quanto mi risulta, il progetto 'porto-città', che sarebbe importantissimo per migliorare le connessioni tra il porto, la città, gli Erzelli, l'aeroporto, rendendo più efficienti i flussi di traffico, sta già subendo dei ritardi e stia rischiando di arenarsi". Lo ha dichiarato il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini in merito agli attesi interventi a Genova per migliorare l'integrazione tra porto e città. Mondini ne ha parlato all'assemblea dell'Alce (Associazione Ligure Commercio Estero) ribadendo la necessità di procedere in fretta: "Il progetto è già finanziato con 600 milioni di euro stanziati, e grazie al decreto Genova è inserito nell'ambito di competenza della struttura commissariale, potendo quindi essere gestito in deroga al codice degli appalti".

Secondo il numero uno degli industriali genovesi, "ci sono quindi tutte le condizioni per andare avanti rapidamente con un'opera che migliorerebbe notevolmente la vivibilità della nostra città. Se non ora, quando?" si è quindi chiesto chiesto Mondini. "Ma - ha aggiunto - il presidente di Confindustria - a quanto so ci sono già difficoltà di carattere burocratico sull'emanazione dei bandi, in relazione ad aspetti di competenza dell'Autorità di Sistema Portuale. Ci saranno sicuramente delle ragioni, ma penso che sia il caso di provare a risolvere i problemi in fretta e andare avanti fino a che ci sono a disposizione tutti gli strumenti amministrativi e finanziari".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA