Percorso:ANSA > Mare > Nautica e Sport > Nautica: barche scampate a tsunami ospiti a Loano e Varazze

Nautica: barche scampate a tsunami ospiti a Loano e Varazze

Accolta l'offerta di approdi gratis delle due Marine

05 dicembre, 08:01

(ANSA) - GENOVA, 4 DIC - Ha avuto una risposta positiva l'offerta di approdi gratis dei porti turistici di Loano e Varazze ai proprietari delle imbarcazioni uscite indenni dalla violenta mareggiata che ha colpito la Liguria il 29 ottobre scorso. Marina di Loano, ben protetta dalla sua imponente diga di sopraflutto, non ha subito danni e ha potuto mettere a disposizione dei posti barca per quanti avevano necessità di ricoverare le loro imbarcazioni, impossibilitate a essere ormeggiate nei porti danneggiati dalla furia degli elementi. "La maggior parte dei diportisti che ci ha contattato proviene dai porti turistici del ponente - spiega Uberto Paoletti, direttore di Marina di Loano - abbiamo offerto loro ospitalità gratuitamente per un mese. Chi ha scelto di restare oltre in attesa di avere nuovamente la possibilità di tornare al suo porto di origine una volta terminati i necessari interventi di riparazione della struttura, sta usufruendo fino al 30 aprile prossimo di una tariffa molto agevolata, una sorta di rimborso spese. Superata questa data, a chi avrà scelto di rimanere a Marina di Loano faremo un'offerta secondo le tariffe in vigore".

A Marina di Varazze, che aveva deliberato di concedere approdi gratuiti per tre mesi, sono arrivate oltre 20 barche (qualcuna è ancora in arrivo), in particolare da Rapallo, Celle, ma anche Savona. Sono quasi tutte, tranne poche eccezioni, barche a motore tra i 5 e i 20 metri. "Il riscontro è stato ottimo e continua ad esserlo - affermano i responsabili della struttura -. Il tutto si è svolto con modalità molto positive, nel rispetto di quello spirito di solidarietà tipico della ‘gente di mare’, come ha avuto modo di sottolineare qualcuno. In Marina c'è anche il cantiere e stanno arrivando anche diverse barche danneggiate".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: