Percorso:ANSA > Mare > Porti e Logistica > Zones Portuaires, cento facce raccontano il porto di Genova

Zones Portuaires, cento facce raccontano il porto di Genova

In occasione del festival collage di ritratti appeso sulla diga

08 settembre, 11:58

(ANSA) - GENOVA, 7 SET - Torna il 13 settembre a Genova Zones Portuaires, il festival internazionale che si propone di unire porto e città. E fra visite, spettacoli, laboratori, esposizioni e proiezioni, il simbolo della quarta edizione saranno le facce del porto. I volti delle persone che ogni giorno muovono le gru e spostano i container, aprono i varchi, costruiscono e riparano navi, gli ormeggiatori, i piloti, gli agenti marittimi, i camalli, tutti coloro che fanno funzionare il porto, saranno affissi sulla diga foranea "come segno di saluto alle navi che arrivano e partono da Genova" spiegano le organizzatrici Maria Elena Buslacchi e Maria Pina Usai. In tutto cento scatti, appesi in fila sulla diga. Zones Portuaires si svolgerà dal 13 al 16 settembre con un ricco calendario di eventi: passeggiate, veleggiate, visite guidate, azioni artistiche, convegni, mostre e momenti di incontro informali per portare in totale sicurezza alla scoperta di un mondo vicino ma spesso sconosciuto. "Ci siamo interrogate - spiegano le organizzatrici - se fosse opportuno o meno, a seguito del tragico evento che ha interessato Genova soltanto un mese fa, mantenere la programmazione delle attività di Zones Portuaires. La risposta, in realtà, è venuta dal porto stesso, con le sirene delle navi che hanno ricordato, all'unisono, le vittime del crollo del ponte Morandi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: