Rossini e vino per promuovere territorio

Accordo Pesaro-Offida per reagire a terremoto

Il terremoto che ha colpito le Marche non danneggerà ulteriormente l'economia, né il turismo della regione. E' l'obiettivo di un protocollo d'intesa tra il sindaco di Offida Valerio Lucciarini e quello di Pesaro Matteo Ricci sulla promozione turistica e culturale dei rispettivi territori nel segno di Rossini e del vino. Il 2018 sarà un anno dedicato al Cigno di Pesaro per i 150 anni dalla morte sotto l'egida di un comitato nazionale presieduto da da Giorgio Napolitano. "Gioacchino Rossini era un compositore pop - ha detto Ricci - ma era anche un buongustaio: amava il cibo e il buon vino. Abbiamo pensato di valorizzare anche questo suo aspetto, coinvolgendo i territori famosi per le loro tipicità enogastronomiche. E non esiste altra città delle Marche che ha costruito un brand sul vino più di Offida". "Offida è la città del vino, con l'unica Enoteca regionale rimasta nelle Marche" ha ricordato Lucciarini -. Siamo orgogliosi di poter valorizzare la Docg offidana con la musica".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere