'Closing the loop' l'8 marzo a Ancona

Bora, evento per European Industry Week

Favorire lo sviluppo economico, tecnologico e lavorativo del territorio regionale, risparmiando risorse, salvaguardando l'ambiente e garantendo un futuro alle prossime generazioni. Questo, secondo l'assessore regionale Marche alle Attività produttive e alle Politiche comunitarie Manuela Bora, lo scopo del convegno 'Closing the loop: promuovere l'economia circolare nella Regione Marche', in programma l'8 marzo alla Mole Vanvitelliana di Ancona.
    L'incontro si avvale della collaborazione della Fondazione Cluster Marche, che raccoglie assieme alla Regione aziende ed istituti di ricerca del territorio, e da EuroCube srl che fornisce servizi alle imprese in materia di accesso ai bandi europei, formulazione di progetti e ricerca di partenariati.
    Rientra nell'iniziativa European Industry Week, lanciata dalla Ue e giunta quest'anno alla sua terza edizione, per analizzare e promuovere anche a livello locale gli sviluppi futuri dell'industria nell'Unione. "Si tratta - ha spiegato Bora - di un nuovo modo di fare impresa il cui valore è stato ribadito dalla Legge regionale n.25 del 17 luglio 2018 (Legge Industria e Lavoro 4.0), che favorisce la nascita di metodi, tecniche e nuove forme di lavoro legate all'economia circolare. Dalla progettazione di un ciclo di produzione basato sul recupero dei componenti e sulla creazione di apparecchiature per riciclarli, alla realizzazione di macchinari industriali a basso consumo energetico, fino alla messa a punto di materiali ecosostenibili". "Un settore - ha sottolineato Marco Cardinaletti di EuroCube - che rientra nei finanziamenti per 320 miliardi di euro destinati dalla Comunità Europea nel settennato 2021-2027 al sostegno delle politiche sull'energia pulita e sul clima, cui l'industria marchigiana si propone di accedere".
    Il convegno sarà organizzato in due fasi. La prima, sotto la guida di Alessandro Plateroti, vicedirettore del Sole 24 Ore, intende mettere a confronto le politiche e gli strumenti di economia circolare visti da una prospettiva europea, nazionale e locale, grazie alla partecipazione di Simona Bonafè del Parlamento Europeo, Daniela Sani di Aster, Matteo Di Rosa di Apre e Francesco Cappellaro di Enea. La seconda prevede invece la riflessione parallela di quattro gruppi di lavoro focalizzati sui cluster regionali della manifattura, della simbiosi industriale, dell'agroalimentare e dell'arredo. "Un'occasione di confronto - ha rilevato Rosaria Ercoli, presidente della Fondazione Cluster Marche - da cui nasceranno nuovi progetti e collaborazioni".(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere