'Le madri fondatrici' dell'Europa

Da Ursula Hirschmann a Simone Veil

A sessanta anni dalla firma dei Trattati di Roma, la Commissione regionale pari opportunità ricorda "Le madri fondatrici dell'Europa" con una doppia iniziativa organizzata con la collaborazione dell'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, del Cif (Centro italiano femminile) e del Forum delle donne di Ancona. A Palazzo delle Marche l'inaugurazione della mostra, frutto di un progetto dell'Università "La Sapienza" di Roma, realizzato da Maria Pia di Nonno, che attraverso i ritratti di Giulia del Vecchio racconta la storia di Fausta Deshormes, Maria De Unterrichter, Ursula Hirschmann, Ada Rossi, Sophie Scholl, Eliane Vogel-Polsky, Louise Weiss e Simone Veil.
    Accanto alle immagini, un incontro per focalizzare l'attenzione sul contributo fornito da queste donne per costruire un'Europa libera ed unita. Al centro del dibattito le esperienze di Ursula Hirschmann, Ada Rossi e Simone Veil, nel 1979 primo presidente del Parlamento europeo.
    "Una scelta - dice la presidente della Commissione pari opportunità, Meri Marziali - senza alcuna influenza retorica, nella consapevolezza che l'impegno di queste donne ha posto le basi per un grande progetto. La strada da seguire per un suo effettivo consolidamento richiede oggi nuove e qualificate energie e di tutta la capacità delle donne di essere protagoniste del loro tempo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere