60 nuovi casi Hiv nelle Marche nel 2018

Numeri in calo, ma diagnosi tardive. Iniziative ad Ancona

(ANSA) - ANCONA, 27 NOV - Nel 2018 secondo l'Istituto Superiore di Sanità sono state 60 nelle Marche le nuove diagnosi di Hiv, che crescono a 70 se si considerano le segnalazioni riguardanti marchigiani in altre regioni. Dati in diminuzione rispetto al 2017 (91 nuovi casi) e anche rispetto al trend decennale d'incidenza. L'Aids oggi si cura molto meglio di dieci anni fa e ci sono farmaci che impediscono al virus di replicarsi, ma si registrano ancora molte diagnosi tardive, per cui chi è sieropositivo e non lo sa rischia di contagiare gli altri o di cominciare a curarsi troppo tardi. Per attuare un'adeguata politica di prevenzione della malattia, il Comune di Ancona ha messo in campo, assieme a varie associazioni, una serie d'iniziative in vista della Giornata mondiale della lotta all'Aids che cade il primo del 1 dicembre, illustrate oggi dall'assessore alla Sanità Emma Capogrossi e dall'immunologo e presidente di Anlaids Luca Butini.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere