Moncaro, minibond aumenta competitività

Nel 2015 emissione di 5 mln, ora guarda a ExtraMot Pro3

"Aumento della competitività e una riorganizzazione della governance con processi più trasparenti".
    Sono i principali vantaggi della quotazione di minibond riscontrati dall'azienda marchigiana Terre Cortesi Moncaro, che nel 2015 ha emesso un prestito obbligazionario da 5 milioni di euro, con scadenza nel 2020, sul segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana. A spiegarlo è il presidente della società cooperativa, Doriano Marchetti, che guarda al nuovo segmento ExtraMot Pro3, lanciato quest'anno e dedicato alle emissioni di obbligazioni o titoli di debito da parte di società non quotate su mercati regolamentati. La scelta dell'azienda di emettere un minibond era stata dettata dal bisogno di reperire forme di finanziamento alternative al credito bancario che "stava vivendo un momento di criticità nella nostra Regione", spiega Marchetti: l'azienda veniva "da un processo di crescita significativo, dato che eravamo reduci da una ristrutturazione dei siti produttivi fatta a seguito della fusione con altre cantine".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere