Ragazzina violentata, parla un testimone

'Grottarolo' attirato dalle urla e dalle richieste di aiuto

(ANSA) - ANCONA, 12 LUG - "L'ho aiutata a camminare perché non si reggeva nemmeno sulle sue gambe. Chiedeva aiuto e ripeteva che era stata stuprata". A parlare è un grottarolo del Passetto, ad Ancona, che ieri sera si trovava in spiaggia ed ha prestato i primi soccorsi alla 15enne che sarebbe stata violentata. L'uomo è stato attirato dalle urla di aiuto, mentre finiva la cena con un gruppo di amici. Ha visto arrivare la ragazza da dietro le scogliere, tra la seggiola del papa e lo specchio d'acqua del quadrato. "Non era ferita però non era in sé - racconta l'uomo -. Dietro di lei sono arrivati una coppietta e un ragazzo. Volevano portarla via, dicevano che non era successo nulla ma lei ripeteva che era stata stuprata riferendosi al ragazzino che l'aveva raggiunta. Così mi sono opposto. Le ho chiesto l'età, era una minorenne e ho detto loro che dicevo avvisare la famiglia".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere