Agente finto cliente scopre casa squillo

Cubane esercitavano in casa Falconara, multata affittuaria

Terza casa squillo scoperta nell'ultimo anno dai vigili urbani a Falconara Marittima. In questo caso, in un condominio in via Flaminia, erano due cubane, di 45 e 46 anni, regolari sul territorio nazionale, a ricevere clienti, soprattutto il mattino, con tariffe 'maggiorate' fino a 70 euro a prestazione. Nei guai è finita una terza cubana, 28enne, residente in provincia di Ancona, a cui era intestato il contratto d'affitto dell'appartamento, segnalata alla Procura di Ancona: dovrà pagare una multa di 320 euro per non aver comunicato l'ospitalità fornita alle due connazionali e rischia di essere indagata per favoreggiamento delle prostituzione. Le due cubane pubblicizzano l'attività con annunci piccanti su siti d'incontri: "nuovo arrivo, bellissima...". A rispondere questa volta è stato un agente della Municipale che si è finto cliente ed è stato accolto dalle due con addosso solo la biancheria intima. Dalle indagini è emerso che la casa squillo era attiva da circa un mese.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai alla rubrica: Pianeta Camere