Sirolo ricorda Cardarelli e "Gabbiani"

Largo e monumento,targhe con testi Stendhal, D'Annunzio, Piovene

Sirolo ha reso omaggio al poeta Vincenzo Cardarelli, laziale di nascita, ma di origini marchigiane e alla sua poesia più famosa: "Gabbiani" scritta nel 1942 proprio nella cittadina della Riviera del Conero, intitolandogli un largo in un punto panoramico e inaugurando un monumento dello scultore Luigi Rubini. A proporre l'omaggio il sindaco Moreno Misiti. Cardarelli, il cui vero cognome era Romagnoli, si è sempre sentito "marchigiano" tanto da dire "d'essere marchigiani bisogna meritarselo". Inaugurato anche un percorso artistico fino a largo Cardarelli, dove sono state collocate quattro targhe realizzate dal Maestro Malleus di Recanati: sulle lastre sono scolpiti la poesia "Gabbiani" e testi dedicati alle Marche e alla Riviera del Conero di D'Annunzio, Stendhal e Piovene.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere