Minardi e Rapa, Lisippo torni a Fano

Dopo conferma confisca da parte Cassazione, mozione in Regione

"Il Lisippo deve rientrare presto a Fano, nella sua città": è la sintesi della mozione a sostegno del ritorno della statua bronzea dell'Atleta vittorioso in suolo italiano e della sua collocazione nella città di Fano, firmata congiuntamente dai due consiglieri regionali fanesi Renato Claudio Minardi, vice presidente del Consiglio regionale (Pd) e Boris Rapa, consigliere segretario (Uniti per le Marche). Dopo la conferma dellq confisca da parte della Cassazione, per loro la battaglia prosegue per la restituzione della scultura a Fano, dove fu originariamente trasportata nel 1954. Un evento che avrebbe ricadute culturali, economiche e turistiche per la città e per tutte le Marche. La mozione impegna la Giunta e il presidente della Regione a porre in essere ogni azione utile presso tutte le sedi opportune affinché sia garantito il rientro della statua e a sostenere, anche con adeguate risorse finanziarie, ogni iniziativa volta ad assicurarne, dopo il suo rientro, una degna collocazione nella città di Fano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie